menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pastena, Un albero per ogni neonato

Il comune ha tenuto fede anche quest’anno, il 22 maggio u.s., all’impegno di mettere a dimora una pianta per i neonati dell’anno 2014

Il comune ha tenuto fede anche quest'anno, il 22 maggio u.s., all'impegno di mettere a dimora una pianta per i neonati dell'anno 2014

Una manifestazione che implica un doveroso rispetto per l'ambiente, una innata empatia con la natura, una ideale corrispondenza affettiva con il territorio e le persone che lo abitano.

Le finalità legislative sono ampiamente condivise ma la nostra amministrazione vuole in questa circostanza sottolineare l'importanza per le nuove generazioni di mantenere salde le radici con la propria storia e le proprie tradizioni e di non recidere il legame con la cultura del proprio paese.

Un albero messo talvolta in zone impervie e periferiche a testimoniare che la vita è un cammino in salita, un percorso difficile e per crescere e diventare adulti bisogna tirare fuori le qualità e i talenti che ognuno si porta dentro.

Abbiamo messo a dimora tredici alberi, con l'auspicio che possano come i neonati diventare grandi e portare la vita e la speranza ad un paese che sta attraversando un momento particolarmente difficile della sua storia amministrativa e che deve necessariamente ritrovare le energie e le motivazioni adatte per fare il salto di qualità.

Bambini e famiglie che si aspettano un futuro che tuteli i loro diritti e dia loro la possibilità di governare il paese nel quale forse non tutti resteranno , un futuro solidale dove nessuno calpesti la dignità dei cittadini e dove i servizi possano essere messi al servizio della persona.

Un futuro accogliente ed ospitale che non sia avaro nei confronti di chi vive nella povertà e di coloro che subiscono, con le loro disabilità, privazioni e impedimenti quotidiani.

Un futuro che richiami le persone al dialogo e al rispetto del bene comune, che inviti alla tolleranza anche nei confronti di chi è diverso per nazionalità, per credo religioso e per il colore della pelle.

L'albero, segno di unione con una natura che non potrà essere continuamente sfruttata e privata delle sue risorse e delle sue ricchezze, ma che dovrà essere posta al centro delle future politiche mondiali per quanto riguarda il risparmio energetico e l'utilizzo di fonti alternative.

Una manifestazione che abbraccia idealmente tutti i neonati perché possano portare in alto e dare decoro all'intera comunità di Pastena, una sorta di passaggio di testimone alla nuove generazioni perché possano aver cura di questi luoghi, custodirne la bellezza , conservarne il fascino e tutelarne l'integrità.

il sindaco dott. Arturo Gnesi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento