menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Chiesa San Rocco

Chiesa San Rocco

Piglio, I piccioni hanno trovato casa nella chiesa di San Rocco-Madonna della Valle

I volatili, approfittando che dal rosone c’è la possibilità di entrare nel sacro luogo per ripararsi durante le gelide notti, hanno imbrattato con lo sterco il pavimento, l’altare, le sedie e la capriate in legno di copertura della chiesa di San...

I volatili, approfittando che dal rosone c'è la possibilità di entrare nel sacro luogo per ripararsi durante le gelide notti, hanno imbrattato con lo sterco il pavimento, l'altare, le sedie e la capriate in legno di copertura della chiesa di San Rocco Madonna della Valle.

Fin qui la notizia!

La prima cosa che colpisce, visitando la chiesa di San Rocco-Madonna della Valle, è lo stato di abbandono e di degrado dovuto a due cause principali:

la prima risale agli anni '60, quando fu iniziata la costruzione della Circonvallazione che collega Via Piagge alla Via Prenestina passando per la ex stazione ferroviaria della linea Roma- Fiuggi, edificata molti metri al di sopra della chiesetta, che perciò è finita in "grotta".

La seconda causa della rovina è il fosso che scorre nei paragi del luogo sacro a cielo aperto convogliando così umidità ai preziosi affreschi in-custoditi nell'interno.

Viene da pensare che questa bellissima chiesetta, dimenticata per secoli, essendo stata adibita nel 1656 a sepolcreto degli appestati, voglia vendicarsi dell'oblio manifestando ai pigliesi i tesori artistici che possiede e che ne fanno uno dei monumenti più importanti del Nord Ciociaria.

C'è da dire che la Soprintendenza ha purtroppo sospeso i lavori di restauro dell'intera struttura perchè la civica amministrazione non ha ancora, a distanza di 25 anni, ottemperato alla canalizzazione del fosso adiacente e allo spostamento di una fogna che potrebbero con la loro umidità far tornare l'affresco giottesco nelle degradate condizioni originarie.

Al fine di non vanificare le spese finora sostenute, si invita la civica amministrazione e la Soprintendenza a voler provvedere affinchè, almeno nel prossimo esercizio finanziario, siano stanziate le somme necessarie al completamento delle opere intraprese.

PIGLIO, DOPO L'ALLUVIONE IL COMUNE ORA CORRE AI RIPARI.

Dopo gli allagamenti di alcuni garage e di un negozio di fiori in via Piagge, causati dalle acque piovane e sorgive provenienti dalla soprastante strada Via San Lorenzo, che hanno richiesto l'intervento dei Vigili del fuoco per oltre 5 ore nel pomeriggio del 5 Febbraio u.s. con delle idrovore per il convogliamento delle acque, ora il Comune di Piglio è intervenuto con una impresa locale per convogliare le acque ad un fosso sottostante la strada Provinciale Piglio-Arcinazzo come da foto.

Non solo. Nel giardino di un fabbricato da giorni si è formata una voragine.

Piglio ripariazioni 1 Piglio ripariazioni 2 Piglio ripariazioni 3 Via San Lorenzo

Giorgio Alessandro Pacetti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento