Regione Lazio, al via l'operazione "Mare Sicuro", multe per chi pratica la pesca sportiva con attrezzi non consentiti

Rispettare la natura e l'ambiente che ci circonda, proteggendo l'eco-sistema della terra: una regola che dovrebbe valere sempre e comunque, ma che trova una ferrea (e costosa) applicazione soprattutto alla pesca sportiva e in

boat-986953_1280

Rispettare la natura e l'ambiente che ci circonda, proteggendo l'eco-sistema della terra: una regola che dovrebbe valere sempre e comunque, ma che trova una ferrea (e costosa) applicazione soprattutto alla pesca sportiva e in special modo nel caso in cui i pescatori violano le tassative regole in materia di attrezzatura e di pescato. Ed è per far rispettare tali importantissimi regolamenti che sono nate iniziative come 'Mare Sicuro'.

Operazione 'Mare Sicuro': multe a profusione

Il compartimento marittimo di Gaeta ha deciso di fare sul serio, muovendo guerra ai tantissimi pescatori che hanno scelto di infrangere le regole in materia di pescato e di attrezzature. Le imbarcazioni della Guardia Costiera hanno infatti setacciato le zone marittime del Lazio, comminando una serie di multe davvero spaventose: si parla di circa 20.000 euro raccolti in un solo week-end di lavoro. Una cifra di tutto rispetto, che assume un contorno molto più importante considerando che circa 10.000 euro di multe sono state comminate ai pescatori del luogo, colti in flagrante durante la violazione delle regole sulla pesca sportiva. La pesca sportiva non ammette ignoranza Quando si decide di dedicarsi ad un hobby così particolare e delicato per la sopravvivenza dei pesci, la legge non ammette giustamente ignoranza. Questo significa che, se anche voi nutrite il desiderio di avvicinarvi ad uno sport così rilassante, dovrete informarvi sulle leggi che regolano la pesca sportiva, soprattutto su quelle relative al pescato e all'attrezzatura. Oggi è davvero semplice reperire tutto l'occorrente sul web, sia che siate professionisti o neofiti della pesca sportiva. Ad esempio, gli appassionati che cercano articoli di marchi importanti potranno trovare online le canne da pesca Trabucco, le stesse utilizzate dal celebre campione, a prezzi molto scontati. Andare a pesca con la giusta attrezzatura, dunque, è un consiglio che fareste bene a rispettare, a meno di non voler correre il rischio di essere pizzicati e di dover pagare salatissime multe. Controlli a 360 gradi nel Lazio La Guardia Costiera del Lazio ha preso seriamente a cuore la questione, impegnandosi notte e giorno nel pattugliamento non solo del mare, ma anche delle coste, dei porti e delle spiagge, punendo qualsiasi forma di inquinamento o di mancato rispetto delle regole che tutelano l'ambiente. Dunque non parliamo solo di pesca illegale, ma anche di strutture balneari prive di autorizzazione, di scarichi inquinanti e di imbarcazioni ritenute colpevoli di condurre attività sospette. Fra queste ultime, sono state fermate soprattutto barche contenenti prodotti ittici non tracciabili (dunque presumibilmente pescati in modo illegale), per un totale di oltre 100 chili di pesci sequestrati. Infine, sono state rinvenute e smantellate anche alcune reti da posta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento