rotate-mobile
Notizie

Il Lazio è la regione più cara d'Italia per la benzina. E non va meglio per il gasolio

In una settimana, e cioè dal giorno in cui è entrato in vigore l'obbligo di esporre il prezzo medio regionale, si è registrato un aumento di 2,1 centesimi

Il Lazio è la regione peggiore d’Italia in termini di incremento di prezzo della benzina dal primo agosto, giorno in cui è entrato in vigore l'obbligo di esporre il prezzo medio regionale, a oggi. Lo conferma uno studio dell’Unione Nazionale Consumatori, che ha elaborato i dati del Ministero stilando una classifica delle regioni che hanno fatto registrare gli aumenti maggiori. 

Quanto costa la benzina nel Lazio

Rispetto al primo agosto 2023, nel Lazio un lito di benzina oggi costa 2,1 centesimi in più, ovvero 1.923, il più alto prezzo medio d’Italia. Per un pieno da 50 litri, dunque, è necessario spendere 1.05 euro in più. L’aumento è lo stesso registrato nelle Marche, che però sono al secondo posto avendo un prezzo al litro inferiore al Lazio (1,913 contro 1,923). Al terzo posto il Friuli Venezia Giulia che, come il Molise (in quarta posizione), ha una differenza rispetto al prezzo medio del primo agosto pari a 2 cent al litro, 1 euro a pieno. Guardando al prezzo assoluto è comunque Bolzano che ha il costo al litro maggiore (1,962 euro), seguita a ruota dalla Puglia (1,961) e dalla Calabria (1,955).

Quanto costa il gasolio nel Lazio

Per il gasolio, invece, la regione meno conveniente in termini di variazione è il Molise con un salto in appena sette giorni di 5,1 cent al litro, 2 euro e 55 cent per un rifornimento. Al secondo posto l'Umbria, che ha la stessa impennata del Molise ma un prezzo assoluto più basso. Medaglia di bronzo per la Campania, che, come il Lazio (in 4° posizione), ha una differenza di 4,9 cent, pari a 2 euro e 45 cent a pieno. In valore assoluto, però, anche per il gasolio è sempre Bolzano la più cara (1,850 euro al litro), seguita da Liguria (1,845) e Calabria (1,841).

“L’obbligo di esporre il prezzo medio regionale si conferma un fallimento - fanno sapere dall’Unione Nazionale Consumatori - In sette giorni, dal primo agosto a oggi, il prezzo medio in autostrada della benzina self è rincarato di 1,8 cent al litro, pari a 90 centesimi per un pieno di 50 litri. Va ancora peggio per il gasolio che segna con un balzo di 3,8 cent al litro, pari a 1,90 euro a rifornimento. Speravamo che, passato il week-end i prezzi si congelassero, invece proseguono la loro corsa non solo in autostrada, ma anche nella gran parte delle regioni”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Lazio è la regione più cara d'Italia per la benzina. E non va meglio per il gasolio

FrosinoneToday è in caricamento