Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Ideal Standard, si muove qualcosa dal mondo politico

La vicenda è stata presa in considerazione dai rappresentanti politici di più partiti. Abbruzzese ha coinvolto Tajani mentre Nicola Zingaretti ne ha parlato con il ministro Calenda

La vicenda dell'Ideal Standard sembra stia interessando i rappresentanti politici di diversi schieramenti Se ne è discusso ieri, in un incontro con il presidente del Parlamento Eurpeo Antonio Tajani, alcuni sindaci del territorio interessato e una rappresentanza dei lavoratori dello stabilimento di Roccasecca. A darne notizia è stato il consigliere regionale FI Mario Abbruzzese che ha dichiarato: "È stato un momento di confronto in cui il personale del sito produttivo ha ribadito la gravità della vertenza in essere. Il Presidente Tajani ha recepito le istanze rappresentategli dalla delegazione di lavoratori ed ha garantito il suo massimo impegno nell'affrontare questa determinazione dell'azienda di procedere con la chiusura di questo importante stabilimento, anche se, vista la posizione di Ideal Standard la situazione sembra particolarmente compromessa". 

Si rischia la perdita di altri 500 posti di lavoro

"È evidente - continua Abbruzzese - che la decisione del gruppo Ideal Standard, se portata a compimento, comporterebbe la perdita di ulteriori circa 500 posti di lavoro tra stabilimento di Roccasecca, dove sono occupate 320 persone e il relativo indotto, in un territorio, la provincia di Frosinone, già ampiamente mortificato da una desertificazione industriale senza precedenti. Tale presa di posizione della proprietà non ha alcuna giustificazione sostenibile, né in termini produttivi, né competitivi. È intollerabile, altresì, l'atteggiamento di chiusura della società verso qualsiasi forma di dialogo con il territorio che tra l'altro l'ha ospitata per diversi anni. Si deve continuare a fare fronte comune per riuscire a scongiurare l'inizio di un ennesimo dramma sociale che coinvolgerà centinaia e centinaia di famiglie. Un'altra tegola per il territorio dopo le vertenze Videocon, Marangoni e Ilva che già hanno prodotto la perdita di migliaia di posti di lavoro e le relative ripercussioni negative dal punto di vista economico-sociale sul territorio. Serve uno straordinario gioco di squadra se vogliamo con i fatti e non solo a chiacchiere impedire questo ennesimo scempio perpetuato nella provincia di Frosinone". 

Nel frattempo interviene anche Nicola Zingaretti

Quella della Ideal Standard, dicevamo, parebbe una questione d'interesse generale. A farsene carico è anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che proprio in queste ore ha diramato una nota in cui dichiara: “La battaglia insieme ai lavoratori dell'Ideal Standard continua. Ho parlato con il Ministro Calenda che mi ha assicurato che il Ministero dello Sviluppo Economico sta seguendo la vicenda e sta sollecitando i vertici del gruppo per stabilire un incontro. Come ho detto ai lavoratori, questa è una vertenza molto difficile. Ma ribadisco che non saranno mai lasciati soli e che mi batterò in ogni modo affinchè questo stabilimento, che è in attivo, non produce perdite ed è un'eccellenza del Lazio, continui a produrre e ad essere un fiore all'occhiello della nostra regione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ideal Standard, si muove qualcosa dal mondo politico

FrosinoneToday è in caricamento