rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Corsa contro il tempo / Alatri

Chiuso il concorso lanciato per dare nuova vita all'ex campo sportivo

Aperte le buste contenenti i progetti presentati al comune di Alatri per il recupero dell'abbandonato campo Gino Sevi di Tecchiena. Però, come attestato nel convegno in Provincia sul Pnrr, è ormai una corsa contro il tempo

Il comune di Alatri ha chiuso il concorso di progettazione per il recupero e la rifunzionalizzazione di uno storico campo da calcio cittadino: l’abbandonato Gino Sevi di Tecchiena, frazione alatrense che ha sempre dato tanto al calcio dilettantistico della provincia di Frosinone.

L’ex campo Sevi sarà ridestinato a verde attrezzato, arredi urbani e servizi per il miglioramento della vita dei cittadini. Dopo la chiusura del concorso, avvenuta ieri a mezzogiorno, si è proceduto all’apertura delle buste contenenti i progetti presentati da professionisti chiamati a ridare vita all’area dell’ex campo sportivo, che si estende per ben 14 mila metri quadrati.

Uno dei quattro progetti di rigenerazione urbana

È uno dei quattro piani finanziati con i cinque milioni di euro assegnati all’amministrazione Cianfrocca per la rigenerazione urbana. Gli altri riguardano la realizzazione dell’area mercatale polifunzionale di Tecchiena, l’adeguamento e la messa a norma del campo cittadino Chiappitto, e il restyling di piazze e strade del centro storico. Per la riqualificazione del Gino Sevi sono stati richiesti e ottenuti oltre trecentomila euro.

Per tutte e quattro le opere pubbliche è ormai una corsa contro il tempo, come nel resto dei comuni ciociari, com’è ampiamente emerso dal convegno provinciale incentrato sui fondi Pnrr arrivati in Ciociaria per realizzare opere entro il 2026. A fronte del rincaro delle materie prime, lo Stato ha garantito un extra pari al 15%, in modo da coprire le spese aggiuntive.

È ormai una corsa contro il tempo anche ad Alatri

In attuazione della seconda componente della quinta missione del Pnrr, Piano nazionale di ripresa e resilienza, i lavori dovranno essere aggiudicati entro il 30 giugno 2023. Si dovrà poi pagare quantomeno il 30% del Sal (Stato di avanzamento dei lavori) non oltre il 31 dicembre 2024.

L’intervento, stando al cronoprogramma comunale, sarà ultimato entro il 31 marzo 2026. A curarlo, per conto della giunta guidata dal sindaco Maurizio Cianfrocca, il suo vice Roberto Addesse, assessore ai lavori pubblici. Intanto, di fatto, si sta ancora scegliendo il progetto su cui investire trecentomila euro.

L’appalto, dunque, dovrà essere aggiudicato nel giro di sei mesi. Ma, come lamentato nel convegno Pnrr dal sindaco di Cassino Enzo Salera, spesso ce ne vogliono anche quindici per passare dall’indizione della gara alla sottoscrizione del contratto. Succede, anche per via dei ricorsi e della burocrazia, anche con gli affidamenti diretti. 

Cianfrocca e Addesse: “Ridiamo vita al campo Gino Sevi”

“Nell'ambito dei progetti per la rigenerazione urbana abbiamo deciso di indire un concorso di idee finalizzato al recupero e rifunzionalizzazione mediante opere di sistemazione a verde attrezzato ed installazione di arredi urbani e servizi per il miglioramento della qualità della vita”.

A comunicarlo all’unisono sono il sindaco Cianfrocca e il suo vice Addesse, rispetto al concorso di progettazione lanciato lo scorso 26 novembre con un premio di cinquemila euro in palio. L’area, alla quale si ha accesso tramite via Accorciatoia Colletraiano, ha forma triangolare ed è pianeggiante e confinante con fossi ancora attivi, comprendente spogliatoi e servizi.

“Considerata l'importanza strategica abbiamo deciso di dare la parola ai vari progettisti e successivamente verrà scelta la proposta migliore”, hanno accentuato i vertici della giunta, lanciando il concorso a metà novembre, in vista dell’apertura ufficiale di sabato 26. Il finanziamento era stato accordato a cavallo tra 2021 e 2022, e le prime tranche di finanziamento sono state liquidate a stretto giro. Sarà di fatto una corsa contro il tempo, come nel resto della provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiuso il concorso lanciato per dare nuova vita all'ex campo sportivo

FrosinoneToday è in caricamento