Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Allarme criminalità nel capoluogo. Magliocchetti scrive al Questore

Il consigliere provinciale chiede una rafforzamento dei presidi delle forze dell'ordine sul territorio

Allarme criminalità nella parte bassa del capoluogo ciociaro, il consigliere comunale e provinciale Magliochetti (FI) scrive al questore Rosaria  Amato affinchè prenda seri provvedimenti al fine di arginare questa piaga che sta mettendo a dura prova i nervi dei cittadini.

La lettera 

"Come riportato dalle cronache dei quotidiani locali l'altro giorno - scrive Danilo Magliocchetti in una lettera -  una anziana signora che usciva da un supermercato di Frosinone è stata fatta oggetto di una rapina da parte di uno sconosciuto che, armato di un coltello, le ha sottratto con la minaccia la borsa e le ha strappato la catenina. Dopo qualche ora da questo increscioso episodio, un'altra signora, uscita anche questa da un supermercato, è stata vittima di una aggressione, evidentemente anche questa a scopo di rapina, da parte di un ragazzo, fortunatamente però non andata a buon fine.

Ennesimo episodio delinquenziale

Si tratta dell'ennesimo episodio delinquenziale consumatosi nell'ultimo periodo nel capoluogo, e che fa seguito ad un'altra rapina a mano armata verificatasi a fine gennaio ai danni di una tabaccheria situata in via Verdi. Inoltre, durante le festività natalizie da poco trascorse, solo per citare gli episodi circoscritti agli ultimi mesi, un negozio per l'infanzia situato a De Mattahaeis, è stato preso di mira da ignoti malviventi che, sotto la minaccia delle armi, sono riusciti a farsi consegnare un discreto incasso. Come è facile notare, si tratta di azioni delinquenziali consumate con la presenza di armi. Quindi vieppiù pericolose. E' comunque opportuno ricordare, per inquadrare bene il fenomeno nel Capoluogo, le diverse occasioni di vicende di microcriminalità e/o vandalismi, o furti che si consumano da tempo al centro storico, o nei pressi della stazione ferroviaria.

Il senso di insicurezza

Orbene, senza in alcun modo ingenerare alcun inutile, quanto dannoso, allarmismo legato alla criminalità, è tuttavia riscontrabile, tangibilmente, il senso di insicurezza percepito dai cittadini di Frosinone, da diverso tempo. Questo stato d'animo è abbastanza diffuso nella comunità, anche se le statistiche sul numero dei reati consumatisi nel capoluogo possano, eventualmente e paradossalmente, dimostrare il contrario. A tal fine, a novembre dello scorso anno, Sua Eccellenza il Prefetto di Frosinone, sempre particolarmente sensibile alle istanze del territorio, convocò un Comitato per l'Ordine e la Sicurezza, al quale ho partecipato come istante, proprio per affrontare il problema della prevenzione e della sicurezza. Fu sottolineato, in quella sede, come l'importante e insostituibile lavoro di tutte le Forze dell'Ordine presenti sul territorio, potesse ulteriormente essere valorizzato per il futuro e ai fini preventivi dei fenomeni criminosi, con una maggiore presenza, di uomini e mezzi in termini di controllo e presidio della città.

La richiesta

Per tutti questi motivi, confidando nella Sua acclarata attenzione per le dinamiche sulla sicurezza dei cittadini, ampiamente dimostrate, fin dai primi giorni del Suo insediamento al vertice della locale Questura Le chiedo, per quanto possibile, nella Sua veste di autorità provinciale di pubblica sicurezza, di rafforzare il presidio, da parte delle Forze di pubblica sicurezza, di alcuni luoghi e attività del Capoluogo, che possono risultare particolarmente appetibili da parte di eventuali malintenzionati per il compimento di attività criminali, come appunto ad esempio supermercati, uffici postali, tabaccherie, farmacie.Oltre ovviamente alla maggiore presenza di uomini sia al centro storico, che nei pressi della stazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme criminalità nel capoluogo. Magliocchetti scrive al Questore

FrosinoneToday è in caricamento