Anagni, 6 amministrazioni scrivono a Zingaretti: “sull’ospedale non sono stati rispettati i patti”

Il nosocomio anagnino resta fermo al palo. I Sindaci del nord Ciociaria vogliono rassicurazioni dalla ASL

Ci risiamo. Le vicende dell’ospedale di Anagni tornano al centro dell’agenda politica. La Asl guidata dal commissario Macchitella non rispetta quanto scritto nell’atto aziendale e 6 amministrazioni comunali di altrettanti comuni del nord Ciociaria si riuniscono ad Anagni per battere i pugni sul tavolo.

L’incontro in municipio

L’incontro,  convocato dal sindaco Bassetta con i colleghi dei centri che afferiscono al presidio sanitario di Anagni, c’è stato nella giornata di lunedì ed erano presenti i sindaci di Acuto (Augusto Agostini), Serrone (Natale Nucheli) e Sgurgola (Antonio Corsi), l'assessore Luca Franceschetti (Piglio) e il consigliere delegato Maria Grazia D'Aquino (Paliano), che hanno condiviso le preoccupazioni espresse da Bassetta, relative essenzialmente ai disagi che la vasta utenza continua ad incontrare, in particolare per quanto riguarda l'area emergenza-urgenza. A fronte della mancata attuazione dell'Atto Aziendale che sta penalizzando notevolmente la struttura. Già con una lettera dello scorso 6 settembre, inviata al  commissario straordinario della Asl di Frosinone e al presidente della Regione Lazio, il sindaco Bassetta aveva protestato per i tempi eccessivamente lunghi registrati per la realizzazione di quanto contenuto nell'Atto Aziendale.

Un'azione decisa

Dopo una disamina dell'attuale situazione, gli amministratori hanno deciso di coordinare un'azione decisa nei confronti del commissario straordinario della Asl, dottor Luigi Macchitella, in quanto non si è riusciti finora - nonostante un Atto Aziendale approvato ad aprile 2015 e modificato a novembre 2016 - ad attuare quanto previsto per il potenziamento del presidio di Anagni. Durante la riunione è stato anche ricordato che  la Asl aveva assicurato ufficialmente di dotare la struttura dei servizi necessari entro il 20 giugno 2017, senza però dare seguito alla comunicazione inviata al sindaco Bassetta, eccezion fatta per l'apertura della Degenza Infermieristica che non è neanche compresa nell'Atto Aziendale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La richiesta a Zingaretti

I sindaci dei Comuni che fanno riferimento al presidio di Anagni, pertanto, chiederanno allo stesso presidente Zingaretti di intervenire in tempi celeri, al fine di sbloccare una situazione non più tollerabile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento