Continuano ad aumentare i creditori della Asl di Frosinone

Una serie di innumerevoli decreti ingiuntivi. Per il responsabile Provinciale di Forza Italia Ciacciarelli la Regione Lazio dovrebbe intervenire

La pioggia di decreti ingiuntivi sulla Asl di Frosinone non accenna ad arrestarsi. Questa  volta il creditore è addirittura la Provincia Italiana della Congregazione dei servizi della carità Opera Don Guanella.

Nella delibera n. 1574 del 02/10/2017 si legge infatti "con ricorso ex art. 633 e seguenti c.p.c. la Provincia Italiana della Congregazione dei servizi della Carità Opera Don Guanella ... ha ottenuto dal Tribunale Civile di Roma l'ingiunzione n. 19995/2017 nei confronti di questa Azienda, per il pagamento dell' importo di Euro 39. 496, 80 oltre interessi legali, per il presunto mancato pagamento di fatture a seguito di prestazioni riabilitative ex art. 26 L 833/ 78".

Il legale della Asl

A questo punto la Asl affida ad un legale "il mandato per formulare opposizione di rito avverso il D.I. n. 19995/2017" e poi "di liquidare, a presentazione della fattura...un acconto della relativa parcella, pari ad Euro 1.250,00. Infine "di riservarsi di liquidare, con successivo atto, a presentazione della Fattura definitiva, il saldo delle spettanze professionali...".

Novi creditori e spese maggiori

“Ritengo- scrive il responsabile Provinciale di Forza Italia Ciacciarelli-  che siamo in presenza di quella che potremmo definire una patologia che investe la sanità regionale e quindi provinciale, una patologia che si manifesta continuamente nell'emergere di nuovi creditori, che chiedono, attraverso vie legali, il saldo del debito contratto dall' azienda. Credo a questo punto che la Regione Lazio debba mettere in campo una strategia amministrativa che miri a colmare queste continue falle economico finanziarie, saldando i debiti, interrompendo questa catena di decreti ingiuntivi. Un passo necessario, - conclude il rappresentante di F.I.- significativo per poter concentrare il focus su quello che dovrebbe essere l'obiettivo primario dell' azienda, offrire servizi assistenziali di eccellenza che spingano i cittadini ad optare per le cure offerte dai nosocomi della provincia. Vi è assoluto bisogno di restituire al cittadino la fiducia nella sanità pubblica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cocaina, crack e oltre 113mila euro nascosti nel muro: arrestati madre, padre e figlio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento