Politica

Cresce la microcriminalità in provincia di Frosinone, a dirlo è l'Istat

Diffusi i dati su furti e rapine nel triennio 2014-2016. Registrato un incremento di quasi 2 punti percentuali. L'analisi del consigliere comunale e provinciale Danilo Magliocchetti

Furti, rapine e microcriminalità, tre indicatori di cui la provincia di Frosinone ha registrato un trend in crescita secondo i dati diffusi dall'Istat con l'aggiornamento della "Banca dati indicatori territoriali per le politiche di sviluppo". Gli anni presi in considerazione vanno dal 2014 al 2016, un triennio in cui accanto alle voci "furti denunciati", "rapine denunciate" e "indice di microcriminalità" appare un preoccupante segno +.

Inferiore rispetto a Roma e Latina

A commentare i dati è il consigliere comunale e provinciale di Frosinone, Danilo Magliocchetti. "Questi dati oggettivi forniti dall’Istat, si prestano ad una serie di doverose valutazioni, in evidente chiaroscuro, per quanto riguarda la Provincia di Frosinone. Positivamente, va considerata la circostanza che il territorio si conferma, dal punto di vista dei numeri di furti e rapine, notevolmente inferiore sia a Roma, e questo è ovviamente logico e naturale, ma anche rispetto a Latina, con quasi la metà di furti e rapine denunciate, pur essendo province vicine e con numero di abitanti quasi similari. Questi numeri positivi sono, senza alcun dubbio, ascrivibili all’importante e preziosa opera di prevenzione e repressione del crimine svolta, quotidianamente, da parte di tutte le forze dell’ordine".  

Frosinone unica nel Lazio con un trend in crescita

Emerge però una tendenza estremamente negativa. "Per tutti e tre gli indicatori - aggiunge Magliocchetti - la provincia di Frosinone è l'unica del Lazio a registrare un trend in preoccupante crescita nel triennio in esame". Si è infatti passati da un 9.5% ad un 11.2%. "Questo significa che il territorio si sta rilevando permeabile, nonostante l’impegno delle forze dell’ordine, ad infiltrazioni da parte di certa criminalità. Indicativo, in tal senso, il 15% in più del 2016, rispetto al 2015,  legato alle rapine consumate in Ciociaria.

Un fenomeno da studiare

Necessita ancora di ulteriore costante monitoraggio, il fenomeno della microcriminalità che, nell’ultimo anno, ha visto un incremento di 1 punto percentuale in più. Quella della microcriminalità in costante aumento in provincia, è una circostanza che va studiata bene, nelle sedi opportune e da persone competenti, per capire se si tratta di emarginazione, diseducazione, mancanza di valori o addirittura semplice, ma comunque pericolosa, noia. Ed in questa analisi, scuola, istituzioni, Forze di Pubblica Sicurezza, Associazionismo, ASL possono svolgere un ruolo preziosissimo ed insostituibile". 

Idati nel dettaglio:

FURTI DENUNCIATI:

RM 180.696 163.245 140.228 -

LT 11.892 11.406 10.832 -

FR 4.893 5.118 5.146 +

RI 1.783 1.587 1.427 -

VT 5.237 4.496 4.359 -

RAPINE DENUNCIATE:

RM 4.150 3.536 3.295 -

LT 212 204 212 =

FR 110 116 133 +

RI 27 16 12 -

VT 55 65 40 -

INDICE MICROCRIMINALITA’:

RM 28% 35,8% 35,7%   +

LT 14,4% 14,4% 15,2% +

FR 9,5% 10,5% 11,2% +

RI 7,8% 8,3% 9,8% +

VT 11,4% 11,9% 10,9% -

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce la microcriminalità in provincia di Frosinone, a dirlo è l'Istat

FrosinoneToday è in caricamento