Boville Ernica, il palazzo Asl resta ai cittadini

Il sindaco Perciballi spiega le motivazioni che hanno spinto la maggioranza a portare avanti la strada della gestione pubblica

Il Consiglio comunale di Boville ernica ha approvato con i soli voti della maggioranza e i voti contrari di tutta l’opposizione la delibera che stabilisce i criteri generali per affidamento in concessione del palazzo Asl.  “A me interessa poco se questo palazzo possa o meno produrre denaro – ha detto il sindaco Enzo Perciballi, nella dichiarazione di voto fatta a nome di tutta la maggioranza, durante la seduta di venerdì 21 giugno - A me interessa che sia prima di tutto nella disponibilità dei cittadini. Se poi il Comune risparmia qualcosa sulle bollette e sull’acqua, per me è già tanto. Questo palazzo della Asl deve essere e  sarà il punto di ripartenza. Se ci sarà la voglia da parte di chi ci vuole investire ben venga, sicuramente a chi decide di farlo verrà riconosciuto il merito. Noi non siamo all’incasso, siamo nella ferma volontà di voler far ripartire il paese e di credere in qualcuno che ha la voglia e la forza di poterci spendere il proprio tempo e il proprio denaro”.

Già nella presentazione del punto all’ordine del giorno ma anche nei giorni precedenti, Perciballi aveva ribadito la ferma volontà che il palazzo Asl resti nella pubblica disponibilità e continui ad erogare servizi sanitari. Già nel rispondere alle opposizioni, dopo l’illustrazione del punto, il primo cittadino l’altra sera ha detto: “Stiamo solo fissando le linee generali, non stiamo scrivendo il bando. Abbiamo previsto delle maglie larghe per avere poi la possibilità di coinvolgere un maggior numero di soggetti. Anche per quanto riguarda il canone di affitto sicuramente non si pretenderà di seguire le leggi del mercato.

Agevoleremo chi deciderà di intraprendere questa iniziativa. Abbiamo addirittura messo in conto la possibilità di subaffitto, ovviamente previo accordo con il Comune e nel rispetto delle finalità che saranno previste dal bando. L’opposizione sta decretando la morte del palazzo Asl. E’ vero che è in agonia ma bisogna agire per rianimarlo. Chi vuole bene al centro storico lo fa”. Chiara e ferma la volontà di riportare nel palazzo Asl una serie di servizi che incentivino i cittadini a frequentare il centro storico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, raccapricciante scritta nei confronti del segretario della Lega giovani

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento