rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Politica

Brexit: quale futuro per il nostro Paese?

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO la lettera di Giovanni Di Domenico. "Alea iacta est. Il dado è tratto.La Gran Bretagna ha deciso, uscirà dall’Unione Europea. Certamente non sono sindacabili i dati sul referendum poiché quest’ultimo ha visto...

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO la lettera di Giovanni Di Domenico.

"Alea iacta est. Il dado è tratto.La Gran Bretagna ha deciso, uscirà dall’Unione Europea. Certamente non sono sindacabili i dati sul referendum poiché quest’ultimo ha visto l’affluenza dell’oltre il 70% degli aventi diritto al voto, ed è, quindi, una decisione con forte legittimazione democratica.

Il Brexit ha diviso in due l’opinione pubblica, portando finalmente in primo piano l’analisi, che si sta svolgendo in questi giorni in molti dei paesi europei,di Pro e Contro sulla persistenza dell’Unione Europea.

E noi?Che si fa?In Italia bisognerà innanzitutto vedere cosa succederà ad ottobre con il referendum costituzionale, per il quale una vincita del Si, porterà un divieto per il popolo italiano di decidere in materia europea.

Se, come disse Romano Prodi nel lontano 1999, l’Unione Europea e soprattutto monetaria gioverà ai cittadini italiani rendendoli più ricchi,lavorando di meno,che bisognò c’è da parte del Governo Renzi di sancire a livello costituzionale una volta e per sempre il divieto di decidere,e addirittura rendere illecito un referendum sull’uscita dall’Unione da parte dell’Italia?

E’ ovvio che viene da riflettere, poiché questi programmi sembrano più norme dettate dalla Commissione EU, piuttosto che elaborate dalle segreterie del Partito Democratico.

La perdita di questo tipo di libertà dimostra quanto l’Unione Europea,sempre più alla deriva in materia economica, stia cominciando a perdere legittimazione democratica ed al contempo acquisendo tendenze direttoriali, con pochi tecnici di Bruxelles al comando di oltre 300 milioni di persone. Perchè restare allora?

Perché non tornare alla situazione antecedente? Si spera davvero nel buon senso degli Italiani, affinché votino ad ottobre per decidere cosa farne del futuro del Bel Paese, e soprattutto cosa lasciare ai nostri figli."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brexit: quale futuro per il nostro Paese?

FrosinoneToday è in caricamento