Carceri in sofferenza, Ciacciarelli chiede un incontro al Provveditore del Ministero di Giustizia

Per il consigliere regionale il problema del sovraffollamento potrebbe trovare una soluzione nella riconversione delle strutture attualmente dismesse

Affrontare le problematiche sottese alla situazione carceraria e trovare le migliori soluzioni possibili coivolgendo anche i direttori degli istituti del territorio regionale. Sono questi gli intenti che hanno indotto il consigliere regionale Pasquale Ciacciarelli a scrivere al Provveditore "Lazio-Abruzzo-Molise” Ministero della Giustizia e chiedere un incontro. Il sistema carcerario è in forte sofferenza a causa di diversi fattori concatenati: sovraffollamento, organico ridotto e costretto a lavorare in condizioni inammissibili, continue aggressioni in danno agli agenti. Ricordiamo che alcuni giorni fa si è svolta la protesta sindacale degli agenti della polizia penitenziaria davanti ai cancelli del carcere di Frosinone

Un sistema in sofferenza

Ed è su tali questioni che si sofferma il consigliere di Forza Italia. “Confrontando i dati di fine 2017 con i dati di fine 2016, nella nostra Regione risulta un aumento di ulteriori 108 detenuti con un esubero di 197 in provincia di Frosinone. È, altresì, necessario accendere i riflettori sui rischi a cui sono costantemente esposti gli agenti di polizia penitenziaria. Si tratta di lavoratori che servono lo Stato, ma che oggi non sono sufficientemente tutelati. Aumentare le misure di sicurezza è indispensabile per prevenire gli episodi di violenza sempre più frequenti, ma anche i gesti di autolesionismo che molto spesso presentano un esito drammatico.

Riconvertire le strutture dismesse

Ritengo che il Ministero di Grazia e Giustizia, - aggiunge Ciacciarelli - attraverso una cooperazione con gli Enti del territorio, debba ricercare le strutture attualmente dismesse e riconvertirle, in modo da combattere il sovraffollamento negli Istituti di pena. Ciò anche in considerazione del fatto che la situazione odierna si ripercuote negativamente sul percorso rieducativo dei detenuti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus, le prime ordinanze dei Sindaci ciociari: quarantena per chi arriva dal Nord

  • Cassino sotto choc, muore dopo un grave malore il professor Raffaele Di Mambro

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Comandante della Polizia Locale muore durante la sfilata dei carri del carnevale

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento