Carpineto Romano, successo per la terza edizione degli Stati Generali delle Comunità dell'Appennino

Zingaretti: “Dobbiamo rendere più attrattivo il nostro territorio”

L’Italia cresce e deve investire in innovazione, ricerca e dobbiamo produrre di più e rendere con la tecnologia il nostro territorio più attrattivo. Ecco perché stiamo investendo più soldi nella qualità del servizio, che è una battaglia per il futuro”. Così il passo centrale del discorso tenuto questa mattina, agli Stati Generali dell’Appennino Slow-Food dal presidente Nicola Zingaretti, di rimando anche l’assessore all’agricoltura Carlo Hausmann ( che potete ascoltare in video) ha rilanciato sui piccoli borghi e dell’agricoltura che prossimamente immetterà altri 1.200 giovani, che sono il futuro dell’economia non solo degli Appennini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli Appennini fabbrica di benessere per il paese

Quindi gli Appennini come fabbrica del benessere del Paese, un territorio da valorizzare, un’area nella quale fare sistema e cercare, attraverso il confronto e anche il coraggio di osare, di permettere una crescita omogenea in comparti che spesso vengono dimenticati, come agricoltura, turismo e ricerca. Sono queste, in estrema sintesi, le conclusioni cui si è giunti a margine della terza edizione degli Stati Generali delle Comunità dell’Appennino, evento organizzato da Slow Food che in questa edizione si è svolto sui Monti Lepini, tra Segni, Priverno, Cori e Carpineto, grazie alla preziosa collaborazione della Compagnia dei Lepini, che ha mostrato ai circa 100 delegati, provenienti da diverse regioni d’Italia, le risorse di questo territorio ed ha coordinato insieme a Slow Food i tavoli tematici sui quali gli stessi delegati si sono confrontati.

Firmato un protocollo d’intesa con i sindaci

La chiusura dell’evento si è tenuta all’interno dell’auditorium comunale di Carpineto Romano (Rm) ed ha potuto contare su un parterre d’eccezione, il presidente della Compagnia dei Lepini Quirino Briganti, il sindaco di Carpineto Romano Matteo Battisti, il presidente di Slow Food Gaetano Pascale e la vicepresidente Sonia Chellini, che hanno ricevuto nel migliore dei modi la graditissima visita del Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e dell’assessore all’Agricoltura Carlo Hausmann. I numerosi sindaci presenti hanno firmato un protocollo d’intesa con Slow Food.

Carpineto Firma del Protocollo D'intesa-2

Carpineto romano Pubblico in Sala-2

I Lepini collaboreranno con Slow-Food

Ad introdurre l’ultimo atto della terza edizione degli Stati Generali dell’Appennino Quirino Briganti, che ha spiegato: “Quella che si sta per concludere è stata una manifestazione molto importante e ringrazio Slow Food per aver deciso di realizzarla in queste aree. La collaborazione tra la Compagnia dei Lepini e Slow Food è iniziata ad Expo 2015 e sono sicuro che continuerà in futuro. Per sancire il rispetto reciproco abbiamo firmato un protocollo di intesa sottoscritto dai sindaci del territorio che pone le sue basi proprio sulla necessità di valorizzare le eccellenze presenti sul versante appenninico”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La soddisfazione di Zingaretti

Soddisfazione per l’iniziativa che per tre giorni ha posto i Lepini al centro di un discorso che interessa un intero Paese è stata espressa anche dal Governatore del Lazio Nicola Zingaretti e dalla consigliera Regionale Daniela Bianchi: “E’ stato un incontro importante perché anche grazie alle idee e progetti nati da iniziative come gli “Stati Generali dell’Appennino” in questi anni nel Lazio siamo riusciti ad avere una legge sui cammini, una legge che istituisce i biodistretti, un piano turistico regionale che mette al centro degli interventi proprio i borghi e un Piano di Sviluppo rurale che sostiene concretamente chi vuole fare dell’agricoltura anche accoglienza e turismo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento