rotate-mobile
La battaglia del Cassinate / Cassino

La Consulta dei sindaci procede contro riapertura della discarica e ampliamento del termovalorizzatore

Nella seduta convocata da Salera (Cassino), su richiesta di Fallone (S. Giovanni), l’intervento tra gli altri di Sacco (Roccasecca). 18 dei 29 Comuni decidono di inviare gli atti alla Regione, anche sulla questione dell’inceneritore di S. Vittore del Lazio

Nel pomeriggio di oggi, giovedì 3 febbraio 2022, la Consulta dei sindaci del Cassinate si è riunita a Cassino per ribadire il no alla riapertura della discarica di Roccasecca. Vi hanno preso parte 18 dei 29 sindaci appartenenti all’assemblea, presieduta da Enzo Salera e convocata su richiesta del primo cittadino di San Giovanni Incarico Paolo Fallone.

A relazionare è stato l’omologo di Roccasecca Giuseppe Sacco, ricordando che l’impianto di Cerreto è chiuso dal primo aprile 2021 per le note vicende giudiziarie. “Accertamenti dell’Arpa - ha detto Sacco - hanno verificato come siano stati abbondantemente superati i normali limiti di contaminazione”.

La Regione Lazio ha già diffidato la Mad Srl, proprietaria della discarica, a riaprirla. La società, nel mentre, ha fatto sapere che non è assolutamente intenzionata a farlo a meno che non venga tutelata la sua posizione. Per questo impugnerà anche l’ordinanza di bonifica emanata dalla Provincia di Frosinone. “Perché il gestore non adempie? – si è chiesto il primo cittadino di Roccasecca - Probabilmente perché per il quinto invaso deve fare investimenti senza certezze”.

Dopo gli interventi di altri Sindaci, è stata accolta la proposta del sindaco Enzo Salera di portare tutti gli atti documentali in Regione dove recarsi in delegazione in rappresentanza della Consulta. Intanto all’unanimità l’assemblea ha approvato la richiesta di annullamento del procedimento di riapertura della discarica, in subordine la revisione dei procedimenti o il diniego all’autorizzazione del 5° bacino.

Dalla discarica al termovalorizzatore

Presente anche il sindaco di San Vittore del Lazio Nadia Bucci. Salera e Sergio Messore (Sant’Ambrogio sul Garigliano), nell’occasione, hanno anche introdotto la problematica del termovalorizzatore di San Vittore del Lazio.

“Si è concordato sulla opportunità che sia la Consulta dei Sindaci a prendere in mano la questione - riportano - che non può essere lasciata in mano solo ai vari comitati, e ad elaborare un documento unitario da discutere anche questo con la Regione Lazio. Insomma hanno ravvisato la urgente necessità di muoversi in primis a livello di rappresentanti istituzionali.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Consulta dei sindaci procede contro riapertura della discarica e ampliamento del termovalorizzatore

FrosinoneToday è in caricamento