Cassino, ambulanze non regola: per Quadrini (FI) situazione paradossale

Il capogruppo di Forza Italia in provincia torna sulla notizia di cronaca che abbiamo pubblicato questa mattina

Stamattina a Cassino, sono state bloccate dalle Forze dell’Ordine tre ambulanze prive di assicurazione, defibrillatore e con medicinali scaduti appartenenti alla Nuova Croce Verde Romana srl di Roma, società subentrata alla cessante San Paolo Croce di Sora, che per 4 anni ha svolto bene il servizio senza ricevere mai alcuna lettera di richiamo. 
La nuova società che si è aggiudicata l'appalto, avrebbe fornito ambulanze non a norma, prive delle più elementari condizioni igieniche, dei prodotti necessari all’immediata rianimazione, con bombole di ossigeno quasi esaurite, senza biancheria e materiale di consumo, in un caso con medicinali scaduti, cartoni dei Rot (contenitori per rifiuti speciali) strapieni, contenitori per aghi e taglienti strapieni. Inoltre la società Nuova Croce Verde Romana srl non ha fornito neppure divise e Dispositivi di Protezione Individuale come previsto dal decreto 81/08 s.m.i. Condizioni che hanno impedito ovviamente la partenza dei mezzi creando una situazione delicata che vede gli stessi operatori, infermieri ed autisti, denunciare quanto hanno trovato sui mezzi e soprattutto in che condizioni dovrebbero lavorare.

Situazione vergognosa

“Quello che sta succedendo in queste ore – spiega Gianluca Quadrini (FI) - è una situazione vergognosa che rischia di portare al collasso il sistema dei trasporti interospedalieri della provincia di Frosinone retto da Società private. La Asl ha fatto una gara al massimo ribasso aggiudicandola alla società romana che a sua volta ha fatto il 40-50% di ribasso, dichiarando che avrebbe assunto anestesisti da impiegare a bordo dei mezzi quando invece sta impiegando medici generici. La Nuova Croce Verde Romana srl avrebbe dovuto assumere tutto il personale (autisti e infermieri)  mentre ha assunto solo qualche autista. Gli infermieri dal canto loro hanno un contratto libero professionale a 8 euro l’ora lordi e si sentono anche ricattati poiché se non eseguono servizi la responsabilità viene scaricata su di loro. Stamattina dopo lo smonto della notte si è verificato il mancato cambio di equipaggio pertanto  è stato comunicato loro di rimanere fino alle 20 di stasera, lavorando in pratica 24 ore consecutive”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Siamo nel paradosso più totale

“Siamo nel paradosso più totale.–dichiara il consigliere provinciale capogruppo di Forza Italia e presidente della XV Comunità montana Gianluca Quadrini- I mezzi non hanno il necessario per i pazienti, costretti a dover rischiare la vita a causa di un sistema organizzativo sanitario che non funziona come dovrebbe. Questo è un problema serio che non riguarda solo il nosocomio cassinate ma anche gli altri presìdi della provincia di Frosinone, dove il trasporto sanitario continua ad essere al centro delle polemiche a causa delle inadeguatezze di una governance regionale che in materia sanitaria ha fallito. Alla luce soprattutto degli sviluppi normativi in merito al Codice degli Appalti, D.Lgs 50/2016, il quale focalizza l’attenzione sul rapporto qualità/prezzo e non sul criterio del massimo ribasso, faccio appello al Presidente Zingaretti e al Direttore della Asl affinchè si trovi una soluzione e non si lascino sprovviste le strutture sanitarie ciociare dell’importante servizio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento