Ospedale Cassino, sale operatorie e rianimazione aperte ad agosto.  In aula la Magrini fa il punto della situazione

Seduta del consiglio comunale molto attesa quella di ieri per fare il punto sul Santa Scolastica. Il sindaco parla di “luce in fondo al tunnel” mentre dall’opposizione arrivano dure critiche a questo modo di fare

Quello di ieri è stato un consiglio comunale molto importante per capire le sorti nel breve periodo dell’ospedale di Cassino. Un consiglio alla presenza della numero 1 della Asl Magrini nel quale c’è stata la conferma che la rianimazione e le sale operatorie non chiuderanno nel mese di agosto e quanto prima arriveranno dei nuovi anestesisti. Se da una parte il Sindaco Salera si dice soddisfatto e parla di “luce in fondo al tunnel” dall’altra per l’opposizione è stata una delle pagine più buie sulla sanità degli ultimi tempi.

Le parole del sindaco Salera

“Peccato che una parte dell'opposizione non abbia permesso la diretta Facebook del consiglio comunale di oggi sulla sanità. È stato un Consiglio comunale di grande valore e finalmente si è parlato di dati concreti – scrive il sindaco Salere su facebook - di provvedimenti presi e di quelli ancora da prendere, di concorsi predisposti, senza assolutamente dimenticare la grande emergenza che abbiamo vissuto al Santa Scolastica di Cassino e che stiamo ancora vivendo.

Come abbiamo annunciato è così scongiurata la chiusura di rianimazione e delle sale operatorie per il mese di agosto; in più ci saranno nuove assunzioni di anestesisti a partire da settembre. Ed è stata l'occasione per rimarcare che su questa problematica di carattere nazionale di carenza di anestesisti, c'è stato un confronto qualche giorno fa, proprio su nostra sollecitazione, tra l'Assessore Regionale D'Amato ed il Ministro della Sanità Speranza.

Insomma discorsi chiari e concreti da parte degli addetti ai lavori e non solo parole populiste gridate al vento.

È emerso con chiarezza il lavoro fatto in questi mesi ed il raccordo che, come Comune abbiamo avuto sia con la Asl, ma anche con la Regione Lazio e con il Ministero della Sanità per portare i primi, ma importanti risultati, a cui dovranno seguire provvedimenti che la direttrice generale della Asl di Frosinone dr.ssa Magrini ha annunciato oggi.

Siamo orgogliosi del lavoro quotidiano che stiamo facendo e saremmo stati contenti se tutti i cittadini avessero potuto vederli in diretta. Sinceramente non ho capito la motivazione per cui, dopo aver tanto gridato negli scorsi mesi, l'opposizione non ha permesso che i cittadini potessero informarsi liberamente senza intermediazioni. Di cosa avevano paura? I cittadini non avevano diritto ad essere informati su una tematica così importante per la loro vita? Penso, infatti, sia la prima volta nella storia che è l'opposizione a richiedere che non vi fosse trasparenza.

La rissa in aula del precedente consiglio

Ma comunque saremmo felici di condividere con voi nei prossimi giorni gli interventi che sono stati registrati e che saranno caricati su YouTube, in modo che tutti, seppur non in diretta, possiate liberamente prendere atto della situazione sanitaria del nostro territorio e dei provvedimenti che si stanno prendendo, dalla voce dei diretti protagonisti.

È un percorso molto lungo e viviamo quotidianamente in una situazione emergenziale dal punto di vista sanitario, ma possiamo dire con certezza che oggi, nel Consiglio comunale, abbiamo avuto la percezione che finalmente si comincia a vedere la luce alla fine del tunnel.

La nota di critica della Minoranza

“Oggi è stata scritta una delle pagine più buie sulla Sanità di Cassino. Una maggioranza paralizzata e arroccata su se stessa ha di nuovo deciso di non decidere, sulla pelle dei Cittadini. Il primo punto da sottolineare – scrivono in una nota Francesco Evangelista, Massimiliano Mignanelli, Giuseppe Golini Petrarcone, Salvatore Fontana, Mario Abbruzzese, Angela Abbatecola, Gaias Gavino, Sergio Miele - è che la posizione delle opposizioni non era strumentale: la presenza e l'onesta testimonianza del Direttore Generale f.f. della ASL, che ha chiesto scusa per il ritardo nell'espletamento di un concorso vecchio addirittura di un anno forniscono la misura della gravità del problema.

Il secondo punto è che le soluzioni promesse sono ben lontane dall'essere vicine alla realizzazione, perché un riassetto strutturale con nuove assunzioni prevede dei tempi tecnici inevitabili, del tutto incompatibili con l'attuale stato di emergenza sanitaria. Il terzo punto è che la lettera del Direttore Sanitario del "S. Scolastica" dr. Mario Fabi (con cui si prendeva atto dell'impossibilità di procedere all'effettuazione degli interventi operatori, disponendo il trasferimento dei malati chirurgici in altri nosocomi) deve essere revocata, altrimenti la situazione permane invariata.

Si deve poi evidenziare che non si è voluto discutere il documento redatto dall'opposizione, che contiene proposte strategiche dirette a rafforzare la Sanità frusinate e in particolare l'ospedale di Cassino e il polo "D". questo documento tiene conto delle osservazioni e delle raccomandazioni del recente documento del Tavolo Tecnico sulla Chirurgia – Gruppo Intersocietario istituito dal Ministero della Salute, nel quale si prende atto che l’interruzione precauzionale di ogni chirurgia elettiva verificatasi nel momento della massima allerta sanitaria durante la pandemia comporterà un incremento di richiesta di prestazioni chirurgiche con nuove complessità organizzative connesse alla persistenza del virus nella società. Su questa base serve un ripensamento sia di tutte le offerte ospedaliere che dei modelli organizzativi, così da prevedere anche una redistribuzione della rete di assistenza su base provinciale, attraverso un adeguamento delle tecnologie e del Personale presenti nelle Sale Operatorie, nei reparti intensivi e in quelli di Rianimazione. Non si può purtroppo abbassare la guardia, perché il Consiglio di oggi ha in realtà certificato l'incapacità dell'amministrazione di affrontare e risolvere un problema così delicato e di così grande impatto sull'attenzione e soprattutto sulla salute dei Cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento