Venerdì, 15 Ottobre 2021
Politica Cassino

Cassino, cresce il dibattito politico per l'asse di collegamento tra il Tirreno e l'Adriatico

Per Abbruzzese(FI)è necessario per il piano di sviluppo sostenibile

"Ho scritto al presidente della giunta regionale Nicola Zingaretti per richiedere l'inserimento dell'asse di collegamento strategico Tirreno -Adriatico nel Piano Integrato di Sviluppo del quadrante nord ovest". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e Presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali. 

La regione parte attiva

La Regione Lazio è uno degli stakeholders, assieme  al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, Unindustria oltre alle grandi realtà che sul territorio gestiscono le reti infrastrutturale di livello nazionale come ADR, ANAS, Autostostrade per l`Italia, RFI e Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, l`Enac e Roma Servizi per la Mobilità, del piano integrato di sviluppo del quadrante Nord ovest dell’area romana.Il Piano, come noto, intende coordinare le scelte e le azioni dei diversi livelli di governo nell`adempimento delle competenze pianificatorie ad essi attribuite.

Piano integrato di sviluppo

Il Piano integrato di sviluppo sostenibile delle infrastrutture interessa la porzione territoriale delimitata dal corso della Civitavecchia-Orte, dal GRA, dalla Pontina, dalla zona dei Castelli romani e dalla linea di costa, area che rappresenta un’alternativa alla cerniera della mobilità tra sud e nord del Paese, sulla quale insistono poli catalizzatori quali l’Aeroporto intercontinentale Leonardo Da Vinci e il Porto commerciale di Civitavecchia.
 
Orbene, - scrive Abbruzzese- in questo scenario ho richiamato l'attenzione di Zingaretti sul DEFR 2017 dove è stato previsto, grazie ad un mio emendamento, la realizzazione dell’asse di collegamento strategico Tirreno – adriatico, sulla direttrice Gaeta-Formia-Cassino-San Vittore -Termoli, ed afferente importanti opere che interessano il basso Lazio, quali la Pedemontana, Strada a scorrimento veloce tra i Monti Cimini, e la ferrovia regionale Formia-Gaeta-Minturno-Cassino”.
 

Opera dei due mari

Considerata la particolare valenza dell’opera che potremmo definire dei due Mari, e che andrà ad intensificarsi con il corridoio 5 della nuova rete Transeuropea dei trasporti, secondo gli esperti, la più strategica per lo sviluppo della nostra nazione, partirebbe proprio dal porto di Gaeta, passando per Formia, per arrivare fino Cassino, credo che potrebbe essere una operazione di buon senso e di efficace amministrazione, estendere la sostenibilità del piano del quadrante nord ovest, anche a questa ulteriore parte di territorio a sud di Roma e quindi a questa opera.

Area di forte valenza strategica

Un'area come quella del quadrante nord ovest, al pari del Lazio meridionale e dell’asse che si vuole realizzare, hanno entrambi una forte valenza strategica per lo sviluppo economico dell`intero paese che necessitano di risposte in termini infrastrutturali di sistema di superare la frammentazione tra i vari enti nell'ambito della programmazione del settore, attraverso il coordinamento e la collaborazione fra istituzioni e partenariato economico per definire una strategia all`interno di un sistema territoriale costituito da infrastrutture portuali e aeroportuali, grandi attrattori di traffico e le relative connessioni ai corridoi multimodali della rete di trasporto


Attendo quindi – Conclude Abbruzzese- conoscere riscontro in ordine a questa mia richiesta di inserire, nel Piano integrato di sviluppo sostenibile, anche l’asse di collegamento strategico Tirreno – Adriatico".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, cresce il dibattito politico per l'asse di collegamento tra il Tirreno e l'Adriatico

FrosinoneToday è in caricamento