Venerdì, 24 Settembre 2021
Politica Cassino

Cassino, le criticità del servizio idrico affrontate all’Amministrazione Provinciale

Il garante regionale incontra l’Otuc e si dichiara "ottimista"

Si è svolto presso la Sala Consiliare dell’amministrazione provinciale di Frosinone, la riunione
straordinaria dell’OTUC presieduta dall’avv. Antonio Di Sotto. Presenti tutte le sigle delle Associazioni di
Consumatori maggiormente rappresentative (Adiconsum, Codici, Federconsumatori, Legaconsumatori,
A.e.c.i, M.D.C.), il Presidente della Provincia di Frosinone Pompeo, il Garante Regionale del Servizio Idrico,
Paola Perisi, il Sindaco di Cassino Carlo D’Alessandro, il Presidente di Acea Ato 5 Stefano Magini e l’Ing.Bernola per la Segreteria Tecnico Operativa. La riunione è stata convocata, su richiesta dell’Associazione Codici, per affrontare le problematiche del servizio idrico della Città di Cassino. Il Sindaco di Cassino ha ripercorso l’iter che ha portato all’attuale situazione chiedendo al gestore di valutare più attentamentel’eccezionalità della situazione di Cassino con un atteggiamento più comprensivo e disponibile versol’utenza in questa fase di transizione. 

L’acqua al servizio anche della Campania 

Ha poi parlato dell’accordo che regolamenta la gestione interregionale delle acque, firmato il 19 dicembre 2017 dalle Regione Lazio e Campania, che autorizza Acqua Campania a prelevare altri mille litri di acqua per approvvigionare le province partenopee chiedendo che i 200 litri destinati a Cassino (di fatto convertiti in risarcimento economico per circa 1,2 milioni di euro l’anno dopo l’avvenuto passaggio dell’acquedotto comunale ad Acea), siano destinati a beneficio di quella città, con forme e modalità da concordare. Su questo tema è intervenuto è intervenuto Ivan Marinelli, Presidente nazionale di A.e.c.i. il quale ha anticipato che è stato già richiesto alla Consulta Regionale consumatori e utenti della Regione Lazio di convocare una conferenza di servizi da tenersi entro la prima metà di giugno in cui dovranno essere presenti tutte le istituzioni coinvolte per affrontare il tema dei prelievi di acqua da parte del Gestore Campano e delle corrette modalità di ristoro per le popolazioni locali”.

Serve una campagna di informazione 

L’avv. Angelo Terrinoni di CODICI, ha richiamato le Associazioni e la politica ad intraprendere una
campagna di informazione e sensibilizzazione in tema di riduzione dei consumi, “dato che le tariffe sono
queste, dovremo fare tutti uno sforzo maggiore per non correre il rischio di ritrovarsi a Cassino tra qualche
anno con la stessa situazione che abbiamo visto in altre parti della provincia: utenti che, fidandosi dei
consigli sbagliati e si ritrovano con il contatore staccato, senza acqua magari in piena estate o procedimentipenali per furto di acqua. Siamo in una fase di transizione delicata: se falliamo ne subiranno le conseguenze anche i cittadini di Fiuggi, Alatri, Frosinone che pagano anche il fatto che queste utenze di Cassino per anni sono mancate all’appello e non hanno pagato le bollette con le tariffe Arera, approvate dall’ Assemblea deiSindaci, ma hanno usufruito di tariffe sottostimate rispetto agli interventi che andavano fatti sulle infrastrutture”.

L’Acea ha portato i dati degli interventi 

 Presidente di Acea, Stefano Magini, ha riepilogato quanto messo in campo dalla Società nel corso di questi mesi, a seguito dell’avvio, nel luglio scorso, della gestione Acea a Cassino centro. “Proprio per evitare problemi nella fatturazione e contabilizzare i consumi effettivamente registrati da luglio in poi – ha spiegato -, d’accordo con l’Amministrazione comunale, abbiamo provveduto a fare due letture diverse, per sancire nettamente il passaggio tra la gestione comunale e la nostra. Abbiamo messo in campo poi tutta una serie diazioni tese a minimizzare eventuali problemi che potessero sorgere. Non a caso, ad oggi il numero di reclamipervenuti, rispetto alle 13.127 nuove utenze acquisite, escludendo i ciclostilati, è pari a solo 244 reclami. Incompenso – così Magini -, nel corso di questi mesi, siamo intervenuti a Cassino centro con i nostri tecniciper riparare perdite e non solo ben 982 volte. Infine, la differenza del costo del servizio tra la gestionecomunale e quella Acea risente di due fattori fondamentali: il primo è che la tariffa comunale non comprendeva i costi della depurazione, pagati invece da tutti i cittadini del resto dell’Ato 5 (basti pensare che valorizzando quei costi alla tariffa media della provincia oggi avremmo un credito di dieci milioni euro).  Il secondo fattore è l’assoluta assenza di manutenzione degli impianti da parte dell’Amministrazione comunale

Stato delle infrastrutture assente 

Non a caso, al momento del nostro arrivo abbiamo riscontrato che lo stato delle infrastrutture era fatiscente”. Relativamente alle contestazioni delle bollette di Acea è stato evidenziato che “cavalcare il malcontento, presentando “ricorsi fotocopia” a valanga, senza preventive valutazioni circa la fondatezza delle ragioni per sostenere ricorsi o fare reclami, rischia di aggravare l’utente di altre spese ha dichiarato l’avv. Marziale di LEGACONSUMATORI. “Ci possono essere fatturazioni sbagliate e o conteggi errati, la motivazione delmalcontento può essere condivisibile, ma se si contesta senza basi giuridiche una bolletta, rifiutandone infondatamente il pagamento, si diventa morosi e si corre il rischio di incorrere nella sospensione del servizio” ha aggiunto la Marziale, chiedendo a sua volta ad Acea una grande attenzione verso i cittadini di Cassino per poter consentire loro di risolvere e superare i problemi in questa particolare situazione.Al termine della riunione il Garante Regionale si è dichiarato ottimista sulla soluzione dei problemi di Cassino sui quali ha preso gli impegni di propria competenza. Il Presidente della Provincia Pompeo, fautoredella riattivazione dell’OTUC nell’ATO5, a sua volta ha apprezzato il clima costruttivo riscontrato nellariunione, un clima che non può che favorire la soluzione di problemi dell’utenza e il miglioramento del
servizi idrico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, le criticità del servizio idrico affrontate all’Amministrazione Provinciale

FrosinoneToday è in caricamento