Cassino, occhio vigile sull'accoglienza dei migranti in città

A breve l'attivazione dello sportello "In rete" per le segnalazioni su episodi che non rispettano la legge e l'avvio di indagini per mappare le realtà che lavorano nell'ambito

A sinistra l'assessore Benedetto Leone

È stato presentato questa mattina presso la Sala Restagno del Comune di Cassino alla presenza dell'assessore Benedetto Leone il Progetto n. 13 denominato "In rete" dell'assessorato alle Politiche Sociali e della Famiglia. Si tratta di un intervento finanziato dalla Regione Lazio e che riguarda il potenziamento della gestione dell'accoglienza migranti nella città di Cassino. 

Lo sportello

"Con questo progetto vogliamo costruire una rete istituzionale per rafforzare il sistema di accoglienza sostenibile e virtuosa. - ha detto Leone - Un percorso già avviato da questa amministrazione con l'adesione allo Sprar, il programma di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.
Istituiremo a breve quindi lo sportello "In rete" dove saranno raccolte le segnalazioni di cittadini di Cassino su episodi di accoglienza che non rispettano i crititeri di legge. Per lo stesso scopo è già attivo il numero 0776298401 che può essere contattato il martedì mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12 e il martedì e il giovedì dalle 15 alle 17.

Monitoraggio delle strutture

Inoltre, sarà attivata un'indagine sul territorio comunale per mappare tutte le realtà che lavorano in questo ambito e se soprattutto lo fanno nelle condizioni previste dalla normativa vigente. Gli assistenti sociali quindi visiteranno le varie strutture e compileranno una griglia di valutazione e relazioneranno il tutto alla Prefettura e Ministero dell'Interno che, nel caso di anomalie, dovranno intervenire con urgenza.  Sulle organizzazioni che fanno accoglienza della nostra città dovranno essere verificati i requisiti strutturali, igienici, le condizioni della accoglienza stessa e i percorsi di integrazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Favorire l'integrazione

"Non si potrà più dire, quindi, che il comune di Cassino è fermo. - ha detto il sindaco D'Alessandro - Con questo progetto potremmo avere uno screening che ci permetterà di valutare le azioni da mettere in campo per favorire processi di integrazione sempre più efficaci e di mettere in evidenza chi invece non lavora in maniera seria ed attenta in questo settore. Ci sono delle regole e devono essere rispettate anche per quanto riguarda l'accoglienza dei migranti. Noi vogliamo puntare sull'integrazione, non dell'accoglienza fine a se stessa, che è l'unico percorso per garantire una degna esistenza ed una eccellente prospettiva di vita nella nostra comunità a tutti i rifugiati".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento