Cassino, la Regione Lazio apre tavolo permanente per interinali FCA

Questo quanto scaturito dopo l'incontro con i sindacati dei giorni scorsi

Le organizzazioni sindacali del settore metalmeccanico e dei lavoratori atipici sono state ricevute giovedì presso la sede della Regione Lazio in merito ai 532 lavoratori interinali che a fine ottobre hanno terminato l'attività nello stabilimento FCA di Piedimonte San Germano.

Le preoccupazione della Regione

“La Regione esprime preoccupazione sulla situazione prospettata dai sindacati e intende garantire massimo impegno per una positiva soluzione della vicenda, svolgendo a pieno il proprio ruolo e aprendo da subito un'interlocuzione con l'azienda per monitorare l'andamento del mercato e avere garanzie sul reimpiego degli interinali"

Abbruzzese (fi): anche sui 532 giovani interinali ennesimo tavolo farsa della regione lazio

"Orma siamo abituati ai tavoli farsa da parte del governo regionale. E quello relativo ai licenziamenti dei 532 giovani interinali che hanno presrato servizio in FCA non rappresenta un eccezione. È costume del.centro sinistra parlare continuamente delle criticità, sviscerandole sotto tutti i punti di vista, ma al al punto di trovare le giuste e tempestive soluzioni la concretezza viene meno. Ieri come al solito l'assessore al Lavoro, Lucia Valente, accompagnata questa volta anche dall'assessore alle Attività Produttive, Fabiani, come suo solito, davanti ai sindacati ha temporeggiato e non ha offerto un contributo consono all'incarico molto delicato che svolge. Piu di cinquecento giovani hanno perso il pesto di lavoro e Zingaretti e compagni dopo quasi venti giorni ancor non hanno avviato un'interlocuzione con i vertici FCA". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e presidente della commissione Speciale Riforme Istituzionali.
"Ed è proprio questo ultima circostanza che ci fa restare basiti. Dopo due settimane e mezza e con i quotidiani, che, giustamente, danno il giusto risalto a questa vertenza che riguarda tantissimi ragazzi del Lazio Meridionale, è mai possibile che l'assessore al Lavoro o il presidente della Regione Lazio non abbiano chiesto delucidazioni alla direzione del sito produttivo "Cassino Plant" o interessato il Mise per chiedere informazioni a FCA sul piano industriale che riguarda lo stabilimento? Zingaretti e compagni stanno forse aspettando di entrare nel vivo della campagna elettorale per attivare le dovute azioni per poi uscirsene poi a ridosso delle elezioni con le solite promesse da marinai?
Visto che ultimamente la Regione Lazio sta interagendo di più con chi sottopone critiche e manchevolezze spero vengano date risposte a queste mie domande che, credo, tra l'altro, vorrebbero sottoporre all'attenzione del governo regionale anche i cinquecento ragazzi lasciati dal 31 ottobre a casa.
È fondamentale che al più presto venga attivato un vero tavolo di confronto in cui FCA deve spiegare effettivamente e concretamente, carte alla mano, quale siano le strategie industriale che vuole mettere in campo per sviluppare, come annunciato l'anno scorso, il sito produttivo più importante della Regione Lazio". Ha concluso Abbruzzese.

Regione convoca l'azienda . Pronti a finanziare interventi in favore dei Lavoratori

“All’indomani dell’incontro con le organizzazioni sindacali sui lavoratori interinali che a fine ottobre hanno terminato l'attività nello stabilimento FCA di Piedimonte San Germano, abbiamo avviato un monitoraggio per conoscere il numero dei lavoratori interinali che potrebbero essere interessati da un'analoga situazione legata all'indotto FCA. Questa è una prima fase necessaria per mettere in atto le azioni per salvaguardare la continuità del reddito dei lavoratori interinali. Le nostre preoccupazioni non riguardano solo i 532 che hanno terminato la loro attività il 31 ottobre ma l'intera filiera che si sostiene grazie al lavoro in somministrazione. Questa mattina, inoltre, la regione Lazio ha inviato a FCA una richiesta di incontro; dall’azienda vogliamo capire le aspettative di crescita della produzione dei prossimi mesi da cui dipende la capacità occupazionale del territorio. Non ultimo, siamo pronti a finanziare interventi di sostegno per i lavoratori. Anche in questo caso siamo in prima fila per affrontare i problemi”.Così in una nota l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Lucia Valente.

Bianchi: alta attenzione Regione Lazio: pronta a sostenere lavoratori e avere chiarimenti da azienda


Sul caso dello stabilimento FCA spero che tutti, a partire dai sindacati, si convincano che questa è una battaglia comune e che la Regione Lazio è al loro fianco e dei lavoratori. 

Così Daniela Bianchi, Consigliera Regionale del gruppo "Insieme" e componente della Commissione Sviluppo all'indomani del tavolo regionale tra le sigle sindacali e l'Assessorato al Lavoro della Regione Lazio in merito al mancato rinnovo contrattuale di 532 lavoratori dello stabilimento FCA di Cassino-

-In questo momento non c'è spazio per le polemiche divisive, servono interventi rapidi per dare garanzie ai lavoratori e allo stesso tempo avere chiarimenti dalla proprietà sulle intenzioni future. L'assessore al Lavoro Lucia Valente e il presidente Zingaretti senza perdere tempo stanno lavorando su entrambi i fronti. Da una parte la Regione Lazio si è resa subito disponibile a finanziare strumenti di sostegno al reddito sia per i 532 lavoratori dello stabilimento che per i lavoratori dell'Indotto. Dall'altra ha chiesto alla FCA un incontro per chiarire le reali intenzioni dell'azienda.

- Con un'economia regionale in costante crescita - conclude Bianchi- trainata dalle esportazioni in aumento del 15% e con una Regione che ha attivato un pacchetto di interventi da 15mln di euro per aiutare proprio le imprese dell'automotive, resta quindi alta l'attenzione sullo stabilimento di Cassino.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento