Politica

Cassino, risultati positivi sulle PM10 nella prima settimana di gennaio

Il consigliere Francesco Evangelista si scaglia contro le teorie "infondate e non corrispondenti alla realtà"

Notizie incoraggianti per quanto riguarda i rilevamenti delle Pm10 in questa prima settimana di gennaio. I dati registrati dalla centralina di Viale Dante ed elaborati dall'Arpa risultano i migliori degli ultimi anni. A comunicarlo è il consigliere comunale Francesco Evangelista.

Senza abbassare la guardia

Soltanto il 1 gennaio è stato riscontrato un valore al di sopra della norma. Quindi nonostante le sterili polemiche che vengono alimentate quotidianamente da personaggi che vogliono soltanto mettere in cattiva luce questa amministrazione, i dati che abbiamo registrato in questi ultimi mesi ci permettono di essere sicuramente più tranquilli rispetto alle emergenze del passato, ma non di certo di abbassare la guardia contro un nemico, le polveri sottili, contro il quale abbiamo intenzione di combattere sempre e comunque. 

False notizie sull'inquinamento della città

Voglio fare delle nuove precisazioni per quanto concerne le PM 2,5. La media annua della nostra città nel 2017 è stata pari a 18 ug/m3 un valore che rientra abbondantemente nel limite di guardia per questo genere di polveri che è pari a 25 ug/m3. Questo è un dato inconfutabile. Come è vero anche il fatto che non tutte le città della Regione Lazio hanno delle centraline idonee a rilevare le PM 2,5. Quindi le varie teorie che hanno portato qualcuno ad esultare perchè “Cassino è la città più inquinata del Lazio” sono infondate e non corrispondenti alla realtà.

Si continua con nuove azioni di contrasto

Noi continuiamo a lavorare ed a breve pianificheremo altre azioni rivolte a contrastare l’inquinamento atmosferico chiedendo il sostegno di tutti i cittadini di Cassino che hanno a cuore realmente le sorti e la salute del nostro territorio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassino, risultati positivi sulle PM10 nella prima settimana di gennaio

FrosinoneToday è in caricamento