rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Scontro tra sindacati / Cassino

Ausiliari del traffico, Cgil e Cisl rifiutano di riunirsi con Ugl e Usb

È scontro tra sindacati prima della riunione al Comune di Cassino a favore dei dipendenti della Publiparking. Ugl e Usb: "Non invitati malgrado la maggioranza di iscritti". Il sindaco Salera: "L'incontro era stato richiesto da Cgil e Cisl"

Cgil e Cisl avevano richiesto una riunione sin dallo scorso 28 settembre. Ugl e Usb, invece, avrebbero presentato l’istanza due giorni fa per poi vedersela protocollare ieri. Nasce così lo scontro tra sindacati a fronte dell’incontro convocato stamane del sindaco di Cassino Enzo Salera con la società Publiparking e i due sindacati confederali.

All’ordine del giorno l’aumento delle ore lavorative agli ausiliari del traffico mancanti da capitolato nell’appalto di servizio di gestione delle aree di sosta pubbliche a pagamento non custodite. In Comune, non invitati ma con tanto di ausiliari al seguito, si sono presentati anche gli esponenti delle altre due sigle sindacali, l’una di destra e l’altra comunista.

“Abbiamo rivendicato con forza il nostro diritto di essere presenti all’incontro ed appreso con soddisfazione”, tuona il segretario provinciale Ugl Enzo Valente, presente assieme all’omologo regionale per il terziario Amedeo Gismondi e al dirigente provinciale Usb Domenico Aversa.   

Ugl e Usb: "Non invitati nonostante la maggioranza di iscritti"

Una rivendicazione, quella fondata anche e soprattutto sulla maggioranza di tessere sindacali, che parte con un attacco politico al primo cittadino del Pd: “Il Sindaco - così Aversa dell’Unione sindacale di base - non si può permettere di parlare con i sindacati che gli fanno maggiormente comodo perché ciò non va a discapito di noi sindacalisti ma a svantaggio di quei lavoratori che liberamente hanno scelto da chi farsi rappresentare a cui in questo modo viene impedito di partecipare al tavolo delle trattative”.

Ugl e Usb, con una nota congiunta, fanno sapere che chiedono “da un po’ di tempo” di incontrare amministrazione e azienda “per discutere della maggiorazione e distribuzione dell’orario di lavoro”. E lamentano in conclusione: “Questo non è mai avvenuto mentre ad altri sindacati è stato possibile. In gioco c’è il futuro dei lavoratori che vanno tutelati tutti allo stesso modo”.

Salera: "Mi duole, ma democrazia significa rispetto delle regole"

Il sindaco Salera, ancor prima del comunicato di protesta, ha messo avanti le mani “al fine di evitare possibili travisamenti e strumentalizzazioni in merito al diniego alle organizzazioni sindacali Ugl e Usb a partecipare all’incontro”. Incontro che, come sottolinea Salera, “si è tenuto a seguito di una formale richiesta scritta di Cgil e Cigl in data 28 settembre”.

Salera, inoltre, precisa che sarebbe stato anche favorevole a far partecipare anche Ugl e Usb: “Non avevo alcunché in contrario, però poiché i colleghi degli altri sindacati hanno opposto un netto diniego, non ho potuto far altro che prenderne atto comunicando a Ugl e Usb che sarebbero stati convocati successivamente”. Il sindaco di Cassino si duole “di fronte alle ingiustificate e anche scomposte, purtroppo, rimostranze del rappresentante dell’Ugl”. Se sente parlare di “democrazia”, però, ricorda che “significa anzitutto rispetto delle regole, ancor più in presenza di reciproci irrigidimenti tra rappresentanti dei lavoratori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ausiliari del traffico, Cgil e Cisl rifiutano di riunirsi con Ugl e Usb

FrosinoneToday è in caricamento