Cassino, si lavora sulla ricognizione delle passività del Comune

D'Alessandro: "È mia intenzione valutare tutte le azioni da intraprendere di fronte alle mancanze di chi ha portato il comune di Cassino verso una situazione di disastro finanziario"

Il sindaco del Comune di Cassino, Carlo Maria D'Alessandro e l'assessore alla programmazione economica e finanziaria Ulderico Schimperna questa mattina hanno lavorato sulla relazione trasmessa dall'avvocato che ha curato dagli anni 2000 la causa Turriziani e la nota pervenuta dal dottor Lorenzo Norcia e dal segretario comunale sulle potenziali passività dovute a sentenze e cause ancora in corso. Inoltre dall'analisi della relazione allegata al consuntivo 2017 da parte del responsabile della ragioneria sono emerse ulteriori potenziali  passività per circa 42 milioni di euro, di cui 12 immediatamente esigibili.

Una manovra da 9 milioni di euro

"Alla luce di quanto sta emergendo è necessario da parte mia fare una approfondita riflessione soprattutto in merito a quanto non mi è mai stato comunicato dalla precedente amministrazione. - ha detto il Sindaco D'Alessandro - soprattutto nella stesura del verbale di consegna del 21 giugno 2016. È mia intenzione valutare tutte le azioni penali, civili e contabili da intraprendere per tutelare gli interessi di tutti i cittadini di fronte alle mancanze di chi ha portato il comune di Cassino verso una situazione di disastro finanziario. È appena il caso di evidenziare che nel bilancio consuntivo 2017 abbiamo inserito una manovra economica definita lacrime e sangue di quasi €9.000.000. Ciò nonostante siamo riusciti ad abbassare la quota di disavanzo di oltre €300.000. Questo sta ad indicare l'azione e la bontà delle nostre scelte in logica prosecuzione di una mancanza di equilibrio finanziario che aveva portato chi ci ha preceduto a dichiarare il solo predissesto. Ma tutto ciò che viene dal passato e che ora incombe sulle casse di questo comune dovrà essere oggetto di apposita relazione, da parte del segretario comunale, con la quale rendere edotti tutti i cittadini e soprattutto adire la via giudiziaria qualora risulti necessario per tutelare l'onorabilità del comune e della mia amministrazione". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento