Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica Ceccano

Marocchinate, Ceccano anticipa la commemorazione “nel luogo simbolo della violenza dei cosiddetti liberatori”

Tenuta il 17 e non il 18 maggio, come in altre 51 città, la giornata comunale. Le celebrazioni, presso il Monumento ai caduti civili, “sono state anticipate - si spiega - per motivi organizzativi", coincidendo di fatto con la giornata contro l'omofobia

A Ceccano (Frosinone), a differenza di altre 51 città e “per motivi organizzativi”, la prima Giornata comunale in memoria delle vittime delle Marocchinate si è svolta oggi, lunedì 17 maggio 2021. Non domani, 18 maggio, come stabilito dalla mozione promossa dall’omonima Associazione nazionale (Anvm) presieduta da Emiliano Ciotti, alla quale hanno aderito sinora 52 amministrazioni comunali in tutta Italia.

Si è svolta il giorno prima, di fatto in concomitanza con la Giornata internazionale contro l'omofobia, la transfobia e la bifobia. E, in tempi di forti scontri ideologici tra centrosinistra e centrodestra in materia di Ddl Zan anti omotransfobia, non sono mancati di certo i malpensanti in città.

Ceccano, nel "luogo simbolo della violenza dei cosiddetti liberatori"

L’amministrazione comunale di Ceccano, trainata da Fratelli d’Italia, è anche tra quelle scagliatesi immediatamente contro il sindaco di Cassino Enzo Salera per via delle “Luci della fratellanza” accese alla Rocca Janula in omaggio alle truppe francesi.  

Presso il Monumento ai caduti civili di via San Pietro, assieme al senatore ceccanese Massimo Ruspandini, al sindaco Roberto Caligiore e vari amministratori, il consigliere FdI e presidente di Gioventù Nazionale Frosinone Daniele Massa. Si tratta di una delle aree cittadine bombardate dagli Alleati il 3 novembre 1943, distruggendo varie case, vite e, per l'appunto, la chiesa di San Pietro.  

“Nel luogo simbolo della violenza dei cosiddetti ‘liberatori’ abbiamo commemorato le vittime delle marocchinate - ha evidenziato lo stesso Massa, fautore dell’adesione alla mozione dell’Associazione nazionale vittime delle Marocchinate - Le celebrazioni sono state anticipate di un giorno rispetto alla Giornata istituita per motivi organizzativi, ma domani inizieremo un percorso importante”.

Il percorso importante: la scelta del luogo da intitolare alle vittime delle Marocchinate

Alle 9.30 di domattina, infatti, Massa – nelle vesti di presidente della Commissione Cultura – ha fissato la prima seduta dedicata all’individuazione del luogo da intitolare alle vittime. Stando alle prime proposte, dovrebbe essere scelto nelle zone cittadine più colpite dalle Marocchinate, ovvero centro storico o via Gaeta, verso Castro dei Volsci.

Se ne discuterà con i membri di maggioranza Angelo Macciomei e Marco Mizzoni e i componenti di opposizione Mariangela De Santis e Andrea Querqui. Quest’ultimo, per completare il quadro, aderente assieme all’intero coordinamento locale di centrosinistra “Il Coraggio di cambiare” e al movimento giovanile Progresso Fabraterno alla corrente serie di manifestazioni territoriali a favore del Disegno di legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marocchinate, Ceccano anticipa la commemorazione “nel luogo simbolo della violenza dei cosiddetti liberatori”

FrosinoneToday è in caricamento