Elezioni Ceccano 2020, in città c’è chi invoca una tregua, ma si accende lo scontro Piroli-Del Brocco in tema Coronavirus

Tre i due "litiganti", la candidata sindaca del Comune ciociaro e il sostenitore del Caligiore bis, c’è un terzo, un esercente col bernoccolo della politica, che ha chiesto unità in luogo delle ostilità

In tempi di Coronavirus, in quel di Ceccano, anche l’emergenza epidemiologica da Covid-19 è diventata oggetto del contendere nel quadro dell’inarrestabile campagna elettorale verso le Amministrative 2020, le cui date (Primo Turno e Ballottaggio) dovrebbero essere fissate entro il 23 marzo. Il condizionale è d’obbligo in questo periodo, visto che le Comunali potrebbero far presto la fine del Referendum sul taglio dei parlamentari, già rinviato a data da destinarsi.

Lui, lei e l’altro

Tornando all’accesa diatriba in atto, da una parte c’è il coordinatore della lista “Grande CeccanoRiccardo Del Brocco, a sostegno della ricandidatura dell’ex Sindaco Roberto Caligiore e, tra l’altro, già inviperito con il Consigliere regionale Ciacciarelli per la propria esclusione dal Cda dell’Ater.

Dall’altra, con tanto di attacco da parte dello stesso Del Brocco e replica di turno, c’è l’aspirante Prima Cittadina Emanuela Piroli, dimissionata Segretaria cittadina del PD col dente avvelenato da tempo e, nei scorsi giorni, firmataria di una richiesta di riattivazione anti-Coronavirus dell’ex ospedale di Ceccano, presentata a Ministero della Salute, Regione Lazio e Asl di Frosinone.  

Nel mezzo, infine, c’è Americo Roma, coi suoi datati bernoccoli per la politica, l’organizzazione di eventi e la produzione di artisti, ma anche un locale di cui è co-proprietario e che, per l’ormai nota “regola del metro di sicurezza”, ha dovuto chiudere i battenti finché vorrà il Coronavirus. Un esempio dei tantissimi italiani, ciociari compresi, in difficoltà nel settore dell’intrattenimento, ma anche dei promotori del senso di comunità da contrapporre a un nemico destinato a essere epocale.    

VIDEO | Coronavirus, Pompeo: “Chiedo a tutta la classe politica di abbassare i toni”

L’appello di Americo Roma

È proprio Roma che, provando a fare da “paciere” in generale, ha lanciato nelle scorse ore un appello social ai candidati a Sindaco Caligiore, Corsi e Piroli: “Fermate la campagna elettorale - ha postato il già candidato consigliere di centrosinistra  - Serve unità, adesso più che mai e nessuno di voi è in grado di proporre programmi credibili, alla luce della crisi futura e ancora indefinibile, che questa situazione aprirà inevitabilmente. Oltretutto incattivisce un clima cittadino che, invece, ha bisogno dell’esatto contrario. Proviamo - ha invitato - a rispettare quello che le autorità propongono per superare questa prima fase col minore dei danni possibili”.         

Dal caligioriano Del Brocco

Piroli, non sai di cosa parli - si è scagliato contro la candidata sindaca sinistrorsa - A Ceccano hai fatto la proposta di riattivare l’ospedale (convertito da fine 2017 in Casa della Salute, ndr), ma chi propone sa cosa ci vuole per assistere in sicurezza i nostri pazienti? Noi non vogliamo delle tende, non vogliamo un sanatorio, vogliamo la certezza che i nostri concittadini, colpiti da qualsiasi patologia, vengano assistiti da personale qualificato in locali idonei. E magari, per una volta, ascoltiamo i tecnici e lasciamo stare i proclami per guadagnare qualche like”.

“Forse chi oggi annuncia proposte ardite - è andato avanti - avrebbe dovuto gridare quando quegli ospedali venivano chiusi nel silenzio imbarazzante, perché non sono le mura a fare un ospedale. Parla di gestione decennale (della sanità pubblica, ndr), dimenticando sotto quali bandiere è stata negli ultimi 7-8 anni. Glielo ricordiamo: quelle del centrosinistra e del Presidente Zingaretti”. 

Dalla candidata sindaca

Vittima dei tagli anche il nostro ospedale, chiuso dalla Polverini nel 2011”, aveva lamentato, d’altro canto, Emanuela Piroli. Che ora replica al critico Del Brocco: “Con rammarico mi trovo costretta a rispondere ad una polemica strumentale - premette l’aspirante Prima Cittadina di Ceccano - non pensando che qualcuno potesse sollevarla, considerando la delicatezza della questione. Auspicavo un accoglimento positivo della proposta anche da parte dei miei competitor, anteponendo la salute pubblica ai colori politici”.

A difesa della sua richiesta

“La proposta di riattivazione emergenziale della nostra struttura sanitaria in ospedale, con l’organizzazione di un reparto di terapia sub-intensiva - spiega l’endocrinologa Piroli - è mirata alla reale possibilità di prepararsi ad un eventuale aumento dei contagi, in ausilio agli altri ospedali già attivi sul territorio”.

“L’unità operativa di terapia sub-intensiva - continua - è un reparto dove vengono garantite cure e monitoraggio continuo a pazienti di media gravità, che non necessitano di sistemi di sostituzione delle funzioni vitali. Dopo la nostra, proposte simili sono state avanzate da amministratori del territorio come il Sindaco di Pontecorvo e lo stesso Nicola Ottaviani (Primo Cittadino di Frosinone, ndr). Anche altre città e regioni si stanno muovendo in questa direzione. Troviamo inaccettabile la posizione di Riccardo Del Brocco che, a nome della coalizione che sostiene Roberto Caligiore, e senza alcuna competenza, esprime giudizi in merito”.

Botta e risposta sull’ex ospedale

“Un ospedale il nostro - aveva detto, in conclusione, Riccardo Del Brocco - che era e che non è più perché riconvertito in struttura sanitaria che logisticamente non può accogliere pazienti degenti acuti, figuriamo una sub-intensiva. Ne sanno qualcosa nell’Unità di Degenza Infermieristica (UDI, ndr), dove, appunto, ci sono pazienti ‘stabili’ e non è stato possibile usufruire di O2 centralizzato. Comunque una sub-intensiva, in questo caso con pazienti infetti, dovrebbe avere strutturalmente caratteristiche e percorsi, che la struttura non garantiva già prima e che non può assolutamente garantire ora, e ha bisogno di altri servizi a supporto come radiologia e quant’altro di diagnostico per evitare di trasportare pazienti infetti in giro per gli esami di controllo. Faremmo prima a costruire un nuovo ospedale. Ceccano non può essere guidata dagli improvvisati”.

Medici, infermieri ed operatori sanitari lavorano incessantemente in prima linea per garantire cure e continuità assistenziale - controbatte Emanuela Piroli - mentre Del Brocco parla a sproposito di sanità e salute pubblica accusando me di non sapere di cosa parlo. Nella attuale Casa della Salute, al contrario di quanto da lui dichiarato, esiste una radiologia compresa di Tac ed esistono spazi che si potrebbero utilizzare. Trovo sia gravissimo che chi ci prova a dare lezioni non sia a conoscenza di servizi attivi nella città che vorrebbe amministrare”.

Sull’Unità di Degenza Infermieristica

“Noto con piacere che cita il servizio UDI - dice la stessa Piroli prima dell’affondo - completamente ignorato nei cinque anni di amministrazione Caligiore. Ma se già gli ospedali stanno predisponendo una diversa organizzazione dei reparti, perché a Ceccano non si potrebbe riorganizzare una degenza infermieristica, rendendola da servizio territoriale ad ospedaliero?”

“Non voglio entrare nei dettagli tecnici ed organizzativi - prosegue - saranno gli enti preposti a valutare e ad occuparsene, ma un chiarimento era necessario. Considerando anche che sono previste assunzioni di personale medico e infermieristico. Non è accettabile escludere la possibilità di misure emergenziali, solo perché la proposta arriva da un avversario politico. Trovo pericoloso affidare il governo cittadino a chi sostiene che le battaglie non possono portare risultati”.

In conclusione

Oggi tutti dovremmo offrire un contributo attivo - conclude Piroli - Per questo chiedo anche alla sua coalizione, e in primis al candidato sindaco Roberto Caligiore, di prendere le distanze da posizioni superficiali ed irresponsabili. Da parte mia, senza alimentare ulteriori ed inutili polemiche, continuerò la battaglia per richiedere la riattivazione emergenziale del nostro nosocomio, aprendo, come seconda fase, un dialogo con tutti gli enti istituzionali ai quali è stata estesa la proposta”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

  • Coronavirus, tre carabinieri positivi: uno ha febbre e tosse, due sono asintomatici

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento