rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
La Giunta rimpastata / Ceccano

Ceccano, Caligiore rinomina la Giunta: l'unica grande novità è Macciomei (foto)

Il sindaco di FdI, dopo la revoca di Gizzi e l'azzeramento dell'intero esecutivo, ha firmato i decreti di nomina degli assessori. Confermati Aceto, Bianchini, Del Brocco e Sodani. "Un momento di confronto per fare il punto", spiega il primo cittadino

Il sindaco di Ceccano Roberto Caligiore, dopo aver revocato l'assessore Stefano Gizzi e azzerato l'intera Giunta comunale, ha firmato oggi giovedì 21 aprile 2022 i decreti di nomina dell'esecutivo. Tutti gli assessori sono stati riconfermati con le stesse deleghe. L'unica novità è il consigliere dimissionario Angelo Macciomei, che prende il posto di Gizzi in quota Lega ma non le sue deleghe: Cultura, Biblioteca e Rapporti con il Consiglio. Al neo assessore è stata infatti confermata la delega ai Lavori Pubblici e al Project financing.

A Federica Aceto, riconfermata anche vicesindaco, tornano Politiche sociali, Integrazione socio-culturale, Rapporti con le associazioni. A Ginevra Bianchini l’Urbanistica, i Rapporti con le istituzioni, Regione, Enti territoriali. A Riccardo Del Brocco Ambiente, Decoro urbano, Parchi e giardini, Tutela e salvaguardia del territorio. A Mario Sodani, infine, Pubblica Istruzione, Servizi scolastici, Trasporto pubblico locale e trasporto scolastico, Edilizia scolastica, università.

Al posto di Macciomei entrerà in Consiglio il primo dei non eletti Alessio Patriarca, coordinatore della Lega Giovani Ceccano, a cui sarà data la delega alla Cultura. La biblioteca, nel mentre, è finita al già delegato leghista al Turismo Pasquale Bronzi. I rapporti con il Consiglio, per ora, non sono stati assegnati. 

Ceccano, la Giunta Caligiore dopo il mini rimpasto

Caligiore: "Un momento di confronto per fare il punto"

"La nomina della nuova giunta spazza via tutte le illazioni che erano state fatte, relativamente a fantomatici dissapori politici o velleità di stampo personale - dichiara il sindaco Caligiore, accusato dal centrosinistra di essere proiettato alla candidatura alle Elezioni Regionali 2023 - E’ stato un momento di confronto con i gruppi consiliare per fare il punto sul tanto già fatto, come d’altronde avevo annunciato al momento del mio secondo mandato, e su quanto ancora c’è da fare".

"La mia maggioranza è viva, vegeta e più forte che mai, proprio perché abituata al confronto delle idee e non abbarbicata sulle poltrone come qualcuno vuol far credere ai cittadini - assicura, infine, il primo cittadino di Ceccano - Dunque nessun blocco dell’azione amministrativa dovuto all’azzeramento della giunta, ma solo un nuovo e più potente slancio propulsivo sugli obiettivi da raggiungere e che sono ben fissati nelle nostre agende. Quindi ora ci rimetteremo tutti a lavorare a testa bassa per quella che è la mia idea di città e per i cittadini che restano sempre l’unico giudice del nostro operato amministrativo. Auguro a tutti i membri della mia giunta un buon lavoro, ben conscio che non deluderanno né me, né i ceccanesi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceccano, Caligiore rinomina la Giunta: l'unica grande novità è Macciomei (foto)

FrosinoneToday è in caricamento