Abbruzzese (FI): "solo Zingaretti non si accorge che il Lazio va in fumo"

Il consigliere regionale lamenta l'assenza di un tavolo di confronto con le realtà che affrontano il rilevante problema degli incendi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FrosinoneToday

Zingaretti è l'unico che non si accorge che il Lazio sta andando completamente in fumo. Ettari ed ettari di montagne, boschi e campi sono in fiamme senza che il governo regionale prenda provvedimenti per gestire questa emergenza, senza un tavolo di confronto con le realtà che quotidianamente si adoperano per prevenire e spegnere gli incendi". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, consigliere regionale di Forza Italia del Lazio e Presidente della Commissione Speciale Riforme Istituzionali.

"Siamo di fronte ad un disastro senza precedenti. In provincia di Frosinone la situazione è fuori controllo gli uomini della Protezione civile, dei Vigili del fuoco e delle associazioni di volontariato sono stremati perché dispiegati ormai su vari fronti da nord a sud del territorio. Ogni giorno ci sono decine di segnalazioni di nuovi roghi. La situazione non è di certo migliore in tutte le altre realtà territoriali della Regione. Quindi sarebbe ora che Zingaretti convochi chi di dovere per procedere ad una mappature delle zone a rischio e soprattutto alla predisposizione di un programma di interventi speciali per fronteggiare questo stato di criticità. 

Urge mettere in rete tutte le parti e le istituzioni affinché si possa intervenire in maniera concreta aiutando il territorio sia nelle forme di prevenzione che di emergenza. Ci sono ettari di terreno che vanno bonificati e sicuramente necessario organizzare un programma di interventi  che resti sempre attivo per evitare che si verifichino episodi disastrosi come quelli registrati nelle ultime settimane . 

E' palese che servono uomini e mezzi. La forestale, prima della soppressione, possedeva 30 elicotteri di cui 13 sono stati assegnati sempre ai Carabinieri ma riconvertiti per altre manzioni. Questi erano veicoli aerei che venivano impiegati per lo spegnimento delle fiamme e che ora non sono più a disposizione. Oltre il danno la beffa, perchè dei 17 elicotteri assegnati ai Vigili del Fuoco il 70% non viene utilizzato. E' indispensabile che se non tutte, ma la gran parte, delle competenze, delle forze e dei mezzi che prima erano a disposizione del Corpo Forestale dello Stato, vista la continua emergenza in corso, vengano immediatamente rimessi a disposizione per lo spegnimento degli incendi. E su questo anche il governatore del Lazio dovrebbe intercedere con il governo centrale". Ha concluso Abbruzzese.
 

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento