Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Centro storico in balia della microcriminalità, la proposta di Magliocchetti

"Nelle ore notturne l'impegno delle forze dell'ordine potrebbe essere supportato da quello della Polizia municipale"

Frosinone in balia della microcriminalità? È quanto viene da chiedersi dopo i continui e incessanti episodi di furti e danneggiamenti che si stanno verificando soprattutto nella parte alta della città. A farne le spese, nella maggior parte dei casi, sono le attività commerciali che si sono ritrovate con porte forzate e danni consistenti a volte solo per pochi spiccioli di bottino. Atti delinquenziali che sono facilmente riconducibili ad assuntori di droghe. Insomma l’atmosfera che si respira nel centro storico non è delle più rassicuranti per i cittadini che ormai sono arrivati all'esasperazione.  

Cittadini allarmati

A porre l’attenzione e a proporre una possibile soluzione atta ad arginare il fenomeno è il consigliere comunale e provinciale Danilo Magliocchetti. “Premesso che l’Amministrazione Comunale di Frosinone sta facendo tutto quanto è in suo potere per garantire, nell’ambito delle proprie competenze, la massima tutela della sicurezza dei cittadini, è tuttavia un dato oggettivo incontestabile che, specialmente negli ultimi mesi, gli episodi di furti consumati, tentati furti, danneggiamenti, vandalismi, legati alla microcriminalità, in particolar modo al centro storico del capoluogo, stanno determinando giustificato e comprensibile allarme nei cittadini”.

Impegno della polizia municipale nelle ore notturne

La soluzione proposta dal consigliere sarebbe quella di affiancare “all’impegno delle forze dell’ordine, che comunque vanno sempre ringraziate per il prezioso lavoro svolto”, quello “della Polizia Municipale con compiti di controllo del territorio, in particolare il Centro Storico ed in generale per la prevenzione in Città di piccoli reati”. Ciò nelle ore notturne “inizialmente per un determinato periodo e in forma sperimentale”.“Un impiego di supporto, ergo ausiliario, - continua il consigliere di Forza Italia - a quello principale delle Forze di Pubblica sicurezza, quello della Municipale, teso ad un presidio particolarmente importante del territorio, perché fatto di notte, orario nel quale si consumano evidentemente questi episodi di microcriminalità, che funga da deterrente”.

Come sostenere i costi di una simile iniziativa?

Le risorse potrebbero essere reperite da una parte dei proventi relativi alle infrazioni al codice della strada”.- spiega Magliocchetti. Secondo quanto previsto dal Codice della strada in riferimento alla destinazione dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie, essi possono essere destinati a “ progetti di potenziamento dei servizi di controllo finalizzati alla sicurezza urbana e alla sicurezza stradale; progetti di potenziamento dei servizi notturni e di prevenzione delle violazioni connesse alla guida sotto l'influenza dell'alcool o in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti. È chiaro - conclude -  che il tutto dovrebbe avere anche una concertazione in sede sindacale. Altre Amministrazioni in Italia, lo hanno già fatto e con risultati positivi tangibili”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico in balia della microcriminalità, la proposta di Magliocchetti

FrosinoneToday è in caricamento