Consiglio Nazionale Anci, Magliocchetti lancia l'allarme sui tagli della manovra

Per il consigliere si va incontro ad una riduzione della spesa corrente che porterà il Comune di Frosinone a fare salti mortali per continuare ad assicurare determinati servizi

La manovra finanziaria 2019 del Governo da poco approvata è stata al centro del dibattito durante i lavori del Consiglio Nazionale ANCI, svoltosi ieri a Roma al Senato a Palazzo Giustiniani. "Pericolosi tagli, diretti e indiretti, per molti Comuni italiani, nei confronti dei quali l’ANCI  - commenta il consigliere comuanle e provinciale di Frosinone, Danilo Magliocchetti che ha partecipato ai lavori - si è già dichiarata fortemente contraria".

Enti locali penalizzati

"In particolare, la legge di bilancio 2019 ha inserito una norma gravemente vessatoria, in tema di riequilibrio finanziario, per i Comuni già sottoposti alla procedura, di cui all'art. 243 bis del Testo unico sugli enti locali, ossia al piano di risanamento pluriennale, come il Comune di Frosinone, unitamente ad altri municipi italiani. Si tratta di tutta una serie di penalizzazioni che comportano una necessaria riduzione della spesa corrente, nei confronti dei quali il Comune di Frosinone, sarà costretto a dei veri e propri salti mortali, per continuare ad assicurare determinati servizi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Reddito di cittadinanza

Ulteriori problemi attinenti la legge di stabilità, sono stati evidenziati dai vari sindaci presenti al consiglio nazionale, anche di natura economica e di personale dedicato, potrebbero sorgere per i Comuni dall’introduzione del reddito di cittadinanza, la cui gestione amministrativa graverà interamente sui Comuni, visti anche i requisiti di accesso, come i 10 anni di residenza in un determinato comune.
Notizia importante, infine, comunicata durante i lavori, è che sono state raccolte ben 100.000 firme di cittadini italiani, per l’introduzione della educazione alla cittadinanza, l’ex educazione civica, nelle scuole.
Si tratta di un fatto estremamente positivo che, dopo il necessario iter parlamentare, potrebbe reintrodurre un insegnamento fondamentale per l’educazione, il rispetto e la conoscenza di alcune norme fondamentali per i nostri ragazzi"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento