rotate-mobile
Politica

Parrucchieri ed estetisti, Ciacciarelli (Lega) chiede la riapertura anticipata

Per il consigliere regionale il presidente Nicola Zingaretti dovrebbe consentire alle attività del settore della bellezza di poter rialzare le saracinesche prima della data prevista per il 1° giugno

“È un malcontento che attraversa tutto lo Stivale, da Nord a Sud, quello dei parrucchieri, degli estetisti, e del settore della bellezza in generale, seguito alla decisione del premier Giuseppe Conte di rimandare al primo giugno la riapertura di saloni e centri estetici. Un rinvio che, - dichiara il consigliere regionale della Lega, Pasquale Ciacciarelli - stima Confartigianato, costerà 1.078 milioni di euro agli addetti ai lavori. Molti di questi professionisti rischiano il fallimento e si sono incatenati davanti ai loro negozi pur di far sentire il loro grido di disperazione. La Regione Lazio deve farsi carico di questa situazione, promuovendo delle riaperture anticipate, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie e di sicurezza. Il nostro territorio si avvicina al contagio zero, e per questo ha diritto a varare delle misure differenziate rispetto ad altre regioni, maggiormente colpite dall’ondata di contagi. Zingaretti non chiuda gli occhi davanti al problema, e si dia da fare in fretta!”

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parrucchieri ed estetisti, Ciacciarelli (Lega) chiede la riapertura anticipata

FrosinoneToday è in caricamento