Elezioni

Elezioni 2021, Ruspandini contraddice Ottaviani: “È Fratelli d’Italia il primo partito in Ciociaria”

Il coordinatore della Lega e sindaco di Frosinone ha rivendicato il primato riferendosi principalmente ai risultati di Alatri e Sora. Il leader di FdI accentua invece quelli nei comuni con meno di 15 mila abitanti, dove non si presentano i simboli

Il leader provinciale di FdI Massimo Ruspandini mette chiaramente i puntini sulle “i” dell’analisi del voto fatta dal coordinatore provinciale della Lega Nicola Ottaviani, che ha definito il Carroccio “primo partito del centrodestra e dell’intero arco politico in provincia di Frosinone” con particolare riferimento al primato ottenuto alle elezioni amministrative di Alatri e Sora.

Anche e soprattutto all’attenzione del sindaco di Frosinone, accentuando invece i risultati ottenuti da FdI nei comuni con meno di 15 mila abitanti – dove i militanti non presentano liste con simboli di partito – il senatore ciociaro controbatte: “È Fratelli d’Italia il primo partito della provincia. Se qualcuno non se ne è accorto è perché ha letto solo i dati delle città più grandi, dove siamo staccati di un decimale da chi è arrivato primo grazie a performance di singoli. Se ne accorgerà alle provinciali dove sarà molto difficile bluffare”.

Fa riferimento al prossimo rinnovo dei consiglieri provinciali di Frosinone, che saranno eletti dai sindaci e consiglieri comunali. Se la Lega avrà una forte rappresentanza in due grandi comuni come Alatri e Sora, ma anche in piccoli centri come Sgurgola – dov’è stato riconfermato il sindaco Antonio CorsiFratelli d’Italia vanta già dal 2020 una roccaforte a Ceccano – principale feudo elettorale del fabraterno Ruspandini – e ora la vittoria di Leonardo Ambrosi a Castro dei Volsci e il contributo offerto da candidati tesserati con FdI ai successi registrati in altre cittadine medio-piccole.

Ruspandini: "Siamo di più e siamo pure più giovani"

Ruspandini esemplifica: “Le vittorie dei nostri uomini a Castro dei Volsci, con in testa il primo sindaco di centrodestra della storia Leonardo Ambrosi che è cresciuto nella mia comunità umana e politica, la vittoria storica a Castrocielo ad opera del nostro dirigente Velardo, che ha intelligentemente fatto da regista, la vittoria stupenda dei patrioti di Torre Cajetani capeggiati dal sindaco Nello Ubodi, la conferma incredibile della nostra Sara Petrucci insieme a Paolo di Ruzza ad Arce, i dati di Alatri dove i nostri uomini sono stati decisivi”.

Vittorie e contributi che “fanno solo il paio con le grandi affermazioni in valore relativo delle donne e degli uomini riconducibili a FdI a Torrice, Supino, Monte San Giovanni Campano, Pastena, Roccasecca, Terelle, Filettino e Alvito. E so di dimenticarne qualcuno - aggiunge in conclusione il leader di Fratelli d'Italia – Si tratta di un esercito di consiglieri in maggioranza e in opposizione, come mai aveva ottenuto la destra nella provincia di Frosinone. E come nessuno può vantare. Aggiungo un dato meraviglioso. Siamo di più e siamo pure più giovani… il che non gusta!”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2021, Ruspandini contraddice Ottaviani: “È Fratelli d’Italia il primo partito in Ciociaria”

FrosinoneToday è in caricamento