Lunedì, 15 Luglio 2024
Campo ancora più largo

Elezioni 2022, il Polo Civico sposa il progetto di Marzi: il modello provinciale approda nel Capoluogo

Il movimento di Pizzutelli, dopo l’uscita dalla Giunta Ottaviani e come la Piattaforma civica di Vacana, sosterrà il candidato sindaco del campo largo di centrosinistra sulla scia dell’asse con il Pd nell’amministrazione provinciale di Frosinone

L’uscita dalla Giunta comunale di Frosinone, quella guidata per due mandati dal sindaco e coordinatore provinciale della Lega Nicola Ottaviani, ha messo fine all’alleanza tra il Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli e il centrodestra in vista delle elezioni amministrative di domenica 12 giugno 2022.

Visto anche l’asse con il Pd nell’amministrazione provinciale, frutto del lavoro del leader dem Francesco De Angelis in sinergia col presidente della Provincia Antonio Pompeo, non poteva che arrivare il sostegno alla ricandidatura a sindaco di Domenico Marzi. Ora c’è anche l’ufficialità. Pertanto il campo largo del centrosinistra, che conta già sul sostegno della Piattaforma civica del consigliere provinciale Luigi Vacana, si estende ulteriormente portando a casa virtualmente il dieci per cento dei consensi.   

Della coalizione fanno parte altresì Italia Viva, Demos, Europa Verde e Articolo 1. Nell’universo progressista Azione di Calenda sta con il competitor civico Mauro Vicano, mentre il Nuovo centrosinistra - Psi, Più Europa, Il Cambiamento e Lista Segneri - con Vincenzo Iacovissi. A questo punto manca soltanto di capire cosa farà il Movimento 5 Stelle, indirizzato direttamente da Ilaria Fontana, sottosegretaria frusinate alla transizione ecologica. Nel centrodestra, oltre al favorito assessore uscente Riccardo Mastrangeli, si è registrato da tempo l’annuncio del dissidente di FdI e ormai civico Giuseppe Cosimato. Ultimamente si è palesato anche il trumpiano Marco Arturi.

Polo Civico: le motivazioni della scelta pro Marzi

"E' stata ritenuta valida l'opportunità di ripetere l'esperienza del cosiddetto Campo Largo che alle elezioni provinciali ha visto il Polo Civico giocare una partita da protagonista, cementando una sinergia su alcuni fondamentali punti programmatici - dichiara il leader del PC Gianfranco Pizzutelli - Il tema dell'ambiente è centrale e contempla anche il miglioramento dei servizi riguardanti i Rifiuti Solidi Urbani. E proprio in funzione dei servizi alla collettività e ai cittadini, si pensa al potenziamento dell'organico comunale, all'istituzione di nuovi sportelli e uffici municipali che restituiscano vicinanza al territorio e alla popolazione".

"In questa direzione, la creazione del Grande Capoluogo o Città intercomunale rappresenta una stella polare, un modello operativo e funzionale per gestire alcuni servizi risparmiando sui costi. Infatti, il Polo Civico ritiene che il trasporto pubblico scolastico, la gestione dei rifiuti, il contrasto all'inquinamento e la gestione della mobilità, siano temi che richiedono una più ampia prospettiva e che i comuni confinanti debbano collaborare sul piano amministrativo e gestionale".

"Anche la percezione e la garanzia di sicurezza rientra in questo discorso, pertanto occorre valutare l'aumento dei vigili urbani, insieme alle altre forze dell'ordine, introducendo la figura del vigile di quartiere come presenza rassicurante e di riferimento. E' importante gettare le fondamenta per far diventare Frosinone una città attrattiva oltreché su cultura, sport e turismo, soprattutto nell'ambito del commercio, dell'industria e dell'artigianato cercando di sfruttare al massimo la posizione geografica del capoluogo".

"La pianificazione urbanistica guardi ad una futura visione del territorio mirata alla riqualificazione dell'esistente, all'espansione e alla futura evoluzione della città nella sua interezza. Azioni di civiltà passano anche attraverso un più adeguato arredo urbano e, non ultimo per importanza, un aumento delle iniziative sociali che assumono ancora più valore alla luce dei due anni di pandemia che hanno radicalmente stravolto la quotidianità e la stabilità anche economica delle fasce sociali deboli. Pertanto, diventa determinante, l'attenzione nei riguardi degli anziani, dei bambini, dei disabili attraverso attività sociali e assistenziali. Imprescindibile per una società avanzata è l'innovazione tecnologica a partire dalle scuole".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, il Polo Civico sposa il progetto di Marzi: il modello provinciale approda nel Capoluogo
FrosinoneToday è in caricamento