rotate-mobile
Operazione Marzi

Elezioni 2022, nuovo colpo di scena nel campo largo: Vicano si fa da parte, rispunta l’ex sindaco Marzi

L’ex dirigente Asl e presidente Saf non si candida più a sindaco: “Sul mio nome veti locali e regionali, spero che il mio sacrificio possa far ritrovare l’unità nella coalizione”. Il nome forte del Pd torna a essere quello del già primo cittadino di Frosinone

Nel costruendo campo largo di Frosinone, in vista delle elezioni amministrative 2022, non finiscono affatto i colpi di scena. L’ex dirigente della Asl e presidente della Saf Mauro Vicano, dopo esser stato mollato dal Pd, ritira la propria candidatura a sindaco.

Il nome forte proposto dal Partito democratico, per fare da collante tra centrosinistra e civici, ridiventa quello dell’avvocato Domenico Marzi: primo cittadino del capoluogo ciociaro tra il 1998 e il 2007. L'operazione, indirizzata dal segretario dem regionale Bruno Astorre, è portata avanti dal leader provinciale Francesco De Angelis. A chiedere direttamente la nuova discesa in campo di Marzi è stato lo stesso Vicano. 

"Sono onorato di essere stato chiamato a questo nuovo compito - si limita a dichiarare nel mentre l'ex sindaco Marzi - ma dato che non era in programma, prima di accettare ho la necessità di riflettere per capire come assolvere al meglio alle esigenze lavorative e familiari".

Elezioni 2022, il Pd termina le consultazioni: fissata l’assemblea per la scelta del candidato sindaco

Vicano: "Veti sul mio nome". Spazio all'ex sindaco Marzi

Vicano, nel mentre, mette in chiaro al Messaggero che “ci sono stati dei veti locali e regionali sul mio nome” e spera che “il mio sacrificio possa far ritrovare l’unità della coalizione”. I veti locali al candidato civico sono stati sin da subito quelli di varie forze politiche presenti al tavolo progressista lanciato dal Pd, a partire da Frosinone in Comune e Possibile. A livello regionale, proprio per via della mancata d’unità in città, è scattata la richiesta di ritiro da parte del segretario Astorre nonché del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti.      

A questo punto l’ex sindaco Marzi sta valutando se ci sono davvero le condizioni per ricandidarsi allo scranno più alto del Comune e puntare alla vittoria. Si ritiene che il suo possa essere davvero un nome che può mettere d’accordo tutti, dal Movimento 5 Stelle ai partiti e alle civiche di area.

Non si esclude nemmeno un ripensamento in extremis del Psi, che ormai da tempo sta costruendo un’alternativa al campo largo promosso dal Pd: il “Nuovo Centrosinistra”. Da vedere come la nuova proposta verrà accolta anche dal Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli, sinora nell’amministrazione di centrodestra guidata dal sindaco uscente della Lega Nicola Ottaviani ma ormai alleato del Pd nell’amministrazione provinciale.     

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, nuovo colpo di scena nel campo largo: Vicano si fa da parte, rispunta l’ex sindaco Marzi

FrosinoneToday è in caricamento