rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
A stretto giro di posta

Elezioni 2022, la controlettera di Marzi a Schietroma: “Apprezzo tuo passo indietro, ma mio caso è diverso”

Il candidato sindaco del centrosinistra, in risposta al coordinatore regionale del Psi, conviene che “la politica debba lasciare spazio ai giovani” come nel caso di Iacovissi ma dice la sua sul tira e molla con Vicano. Con un arrivederci al potenziale ballottaggio

Gian Franco Schietroma, coordinatore regionale e leader provinciale del Psi, ha rifiutato garbatamente l?invito del Pd a ritirare la candidatura di Vincenzo Iacovissi a favore di Domenico Marzi e un campo di centrosinistra ancora più largo.

Il passo di lato, in fin dei conti, lo ha fatto anche lo stesso Schietroma per dare spazio al vicesegretario nazionale del Psi Vincenzo Iacovissi. Ad apprezzare il gesto è lo stesso Marzi, che tiene però a precisare che il tira e molla con il civico Mauro Vicano è ?un caso molto diverso?.

A parte questo una sorta di arrivederci del Pd al Psi al potenziale ballottaggio, per unire le forze contro il candidato di punta del centrodestra: Riccardo Mastrangeli, la cui investitura avverrà attraverso le primarie di domenica 27 marzo. In campo, per chiudere il quadro, anche il civico Giuseppe Cosimato e il trumpiano Marco Arturi.

La controlettera di Marzi a Schietroma

Caro Gianfranco, ho letto la tua lettera con piacere e i toni che hai utilizzato mi confermano, semmai ce ne fosse stato bisogno, la serenità che ha sempre contraddistinto i nostri rapporti. 

Ribadisco assolutamente quanto hai riportato a proposito di mie precedenti esternazioni: ho sempre pensato che la politica debba lasciare spazio ai giovani e, a tal proposito, apprezzo la tua scelta a di fare un passo indietro per favorire il candidato Iacovissi.

Il mio caso però, permettimi, è stato molto diverso: ho sostenuto Mauro Vicano in ogni sede con la giusta determinazione, ma non con successo stanti le posizioni assunte da altri partiti, compreso il tuo, come emerge da quanto scrivi. 

La mia candidatura, assolutamente non cercata, è stata frutto di diffuse sollecitazioni che mi hanno fatto scoprire quanto fosse ancora attuale in città il ricordo dell?impegno da me profuso quando sono stato amministratore. È quindi accaduto che gli stati emotivi, diffusi, abbiano fatto breccia sulla mia indole e sulla mia generosità al punto di determinarmi ad essere ancora utile per la collettività.

Ho già avuto modo di rivolgere un caloroso ringraziamento pubblico, apprezzando l?enorme sostegno generato dalla mia candidatura. Un entusiasmo davvero importante e in seguito, ti assicuro, potrai verificare quanto il mio impegno sarà rivolto prevalentemente a favorire le aspettative dei giovani, gli stessi che da anni si allontanano da Frosinone per raggiungere altre località che offrono maggiori opportunità. 

Ti saluto con affetto, rammaricandomi della nostra momentanea non condivisione del momento politico che avrebbe dovuto indurci, nella articolata fase delle trattative, a condividere e non a dividere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, la controlettera di Marzi a Schietroma: “Apprezzo tuo passo indietro, ma mio caso è diverso”

FrosinoneToday è in caricamento