rotate-mobile
Il candidato sindaco del Pd

Elezioni 2022, Domenico Marzi sostenuto dal Pd al gran completo: anche da Michele Marini

“Diventerò nuovamente sindaco, basta essere la Cenerentola del Lazio”, ha dichiarato il già primo cittadino 1998-2007 tra i vertici dem. Ricucito lo strappo col suo ex vice e successore. Ora il sostegno alla candidatura dal campo largo di centrosinistra

L'assemblea degli iscritti del Pd Frosinone ha votato all'unanimità a favore della candidatura a sindaco del già primo cittadino 1998-2007 Domenico Marzi. Alla presenza del segretario regionale Bruno Astorre l'omologo provinciale Luca Fantini ha ricevuto il mandato di proporre la sua corsa agli alleati per la costruzione del campo largo di centrosinistra: su tutti, oltre al Partito democratico, Movimento 5 Stelle, Articolo 1, Demos, Possibile, Frosinone in Comune, Lista Cristofari, Europa Verde e Sinistra Italiana. 

Non sarà ulteriormente esteso per via dell'altro ripensamento, quello del già dirigente Asl e presidente Saf Mauro Vicano, che guiderà una coalizione civica formata con tutta probabilità, tra le altre liste, da Italia Viva e Azione (senza simbolo), piattaforma civica di Luigi Vacana e Biagio Cacciola nonché dal Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli. A completare il quadro, contrapposto al candidato in pectore del centrodestra Riccardo Mastrangeli, la candidatura del vicesegretario nazionale del Psi Vincenzo Iacovissi a capo del Nuovo centrosinistra

“Sono emozionato, anche di più rispetto al passato - ha dichiarato il candidato sindaco Domenico Marzi - Frosinone si è impoverita, è diventata la cenerentola del Lazio. Io tengo tantissimo a questa città. Frosinone deve ripartire, con risultati non per i prossimi cinque anni ma per i prossimi venti. Diventerò nuovamente sindaco, io ci credo”.

Pd Frosinone a favore della candidatura a sindaco di Domenico Marzi

Tutto il Pd con Marzi: anche Michele Marini

Marzi è stato acclamato dai vertici regionali, provinciali e cittadini del Pd. Oltre ai segretari Astorre e Fantini, hanno presenziato i due leader provinciali del Pd Francesco De Angelis e Antonio Pompeo – l'uno della corrente maggioritaria Pensare democratico e l'altro, presidente della Provincia, della minoritaria Base riformista – nonché  i consiglieri regionali Mauro Buschini e Sara Battisti, la presidente provinciale e commissaria cittadina Stefania Martini e i consiglieri comunali uscenti: il capogruppo Angelo Pizzutelli, il già candidato sindaco Fabrizio Cristofari e gli altri due big cittadini Norberto Venturi e Vincenzo Savo

Clamoroso il ricucimento dello strappo con Michele Marini, a suo tempo vice e successore di Marzi prima della spaccatura tra i due in occasione delle elezioni 2012: quelle vinte dal poi due volte sindaco di centrodestra Nicola Ottaviani.  La storia, secondo gli auspici dei democrat, potrebbe ripetersi: in caso di vittoria, potrebbe ricostitursi la coppia Marzi-Marini, sindaco e vicesindaco. 

Fantini: "Decisivo il ruolo di De Angelis"

“Sono state giornate intense - ha detto nel suo intervento il segretario provinciale Luca Fantini - impostate sul confronto e sulla condivisione con il gruppo dirigente, gli iscritti, gli alleati del Campo Largo che stiamo costruendo. Ci sono state anche difficoltà, è innegabile, ma quando è in gioco il futuro della città di Frosinone credo sia naturale un livello di analisi elevato".

"Voglio ringraziare tutto il gruppo dirigente, il segretario regionale Bruno Astorre, gli eletti del nostro Partito per il contributo nel creare le condizioni, assolutamente non scontate, per questa assemblea. Un ringraziamento personale voglio rivolgerlo al Presidente Francesco De Angelis: ha avuto senza dubbio un ruolo decisivo mettendosi a disposizione della squadra".

"È con un pizzico di orgoglio, e non nego anche l’emozione, che chiedo all’assemblea del Partito democratico di darmi mandato ad ufficializzare Domenico Marzi come candidato del Pd alle elezioni di Frosinone e a proporlo alla nostra coalizione. Ci sono finalmente le basi per lavorare alla vittoria delle elezioni. Costruiremo un programma elettorale con e per i cittadini. L’unità del Partito democratico sarà fondamentale per raggiungere i nostri obiettivi”.

L'acclamazione di De Angelis, Pompeo, Buschini e Battisti

“Quella di Domenico Marzi è una candidatura forte, prestigiosa e autorevole - ha detto Francesco De Angelis - Con Memmo puntiamo a costruire una larga alleanza di centrosinistra aperta al civismo. Ci sono tutte le condizioni per vincere le elezioni e per dare forza al progetto di crescita e di ammodernamento del capoluogo. Il Pd è unito. La lista sarà fortissima, c’è la disponibilità di tutti a stare in campo. Il nostro pensiero va solo alla città di Frosinone”. 

“Siamo riusciti a trovare la quadra attorno ad un nome di grandissimo valore - ha dichiarato Antonio Pompeo - Memmo Marzi è una figura funzionale ad un progetto di campo largo che permetta al centrosinistra, aperto al civismo, di tornare alla guida della città di Frosinone. Ringrazio il segretario Luca Fantini, il commissario Stefania Martini e Francesco De Angelis. Ora Diamo sostanza ad un programma ambizioso e concreto, che attraverso i fondi del PNRR, permetta a Frosinone di pensare in grande”.

“La prestigiosa candidatura di Marzi - così Mauro Buschini - arriva in un momento in cui il comune di Frosinone ha bisogno, dopo gli anni di mal governo del centrodestra, di una guida salda e Memmo ha l’esperienza per far ripartire la città con il contributo di una squadra innovativa che sarà in campo a sostenerlo”.

“Memmo ricompone una storia - ha aggiunto, infine, Sara Battisti - La storia di un buon governo e di una stagione di crescita della città di Frosinone. La storia di uomini e donne che tornano in campo insieme a lui. Finalmente scriviamo una bella pagina per la città e di questo ringrazio per l’impegno De Angelis, Fantini e Astorre per il lavoro di questi giorni”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, Domenico Marzi sostenuto dal Pd al gran completo: anche da Michele Marini

FrosinoneToday è in caricamento