rotate-mobile
La richiesta del Cigno

Elezioni 2022, ecosostenibilità e sviluppo urbano: Legambiente chiede confronti pubblici tra i candidati

Tramite una lettera aperta Stefano Ceccarelli, presidente del circolo Il Cigno di Frosinone, vuole “dei Sì e dei No ben precisi alle diverse proposte sul tappeto così da fornire agli elettori chiari elementi di scelta” in vista delle amministrative

Legambiente Frosinone, tramite una lettera aperta, vuole che i candidati a sindaco si confrontino pubblicamente sull’ecosostenibilità e sullo sviluppo urbano del capoluogo ciociaro. Il presidente del circolo Il Cigno Stefano Ceccarelli, in vista delle elezioni amministrative 2022, chiede a Mastrangeli, Marzi, Vicano, Iacovissi, Cosimato, Arturi e altri eventuali concorrenti di dire chiaramente se sono a favore o contro determinate proposte in materia di transizione ecologica e rigenerazione urbana.

“In quanto ambientalisti - dichiara Ceccarelli - pretendiamo che i programmi elettorali in via di elaborazione vadano al di là di generiche dichiarazioni di principio che si limitano a sposare la causa della ecosostenibilità, per rispondere invece con dei SI e dei NO ben precisi alle diverse proposte sul tappeto, così da fornire agli elettori dei chiari elementi di valutazione e di scelta.

La missiva di Ceccarelli: “I frusinati hanno il diritto di sapere”

“Le grandi difficoltà socioeconomiche determinate dalla situazione internazionale, le emergenze ambientali in atto (in primis quella climatica) e le prospettive di profonda incertezza - presenta il quadro Ceccarelli - che segnano il futuro delle nostre comunità impongono a tutti i livelli una rielaborazione dei vecchi schemi della politica e una profonda revisione delle priorità dell’azione amministrativa sui territori”.

“Oggi più che mai c’è bisogno di volare alto, superando le logiche elettoralistiche di piccolo cabotaggio che hanno spesso contrassegnato la politica locale per abbracciare idee e prospettive nuove che guardino con speranza agli anni non facili che ci attendono. Animati da questa convinzione, con l’avvicinarsi delle elezioni comunali il Circolo Legambiente di Frosinone invita i candidati a sindaco di ogni schieramento a dei confronti pubblici nei quali potranno essere discusse le visioni, i modelli di città, le strategie di sviluppo urbano e le idee guida che ispireranno i programmi elettorali di ciascuno”.

“Prima che la campagna elettorale entri nel vivo, vorremmo in tal modo mettere sul tavolo i nostri contributi, spunti ed idee progettuali nella speranza di contaminare, arricchendola, la piattaforma programmatica che ciascun candidato a sindaco vorrà proporre alla cittadinanza. Riteniamo importante in questa fase che chi si candida a guidare la città dimostri la capacità di ascoltare le istanze della società civile organizzata, delle associazioni che operano sul territorio e più in generale di tutti quei soggetti portatori di interessi diffusi”.

“Crediamo che i frusinati abbiano il diritto di discernere fra le varie opzioni in campo non sulla base dell’efficacia degli slogan sui manifesti elettorali né tantomeno assistendo a sterili discussioni sull’età anagrafica dei contendenti, quanto piuttosto guardando al merito delle scelte programmatiche di ogni coalizione che sosterrà i singoli candidati a sindaco”.

Iacovissi: "Disponibile al confronto"

A dirsi immediatamente disponibile al confronto è il candidato sindaco Vincenzo Iacovissi: “Il nostro programma elettorale è fortemente concentrato sull’ambiente e sulla rigenerazione urbana, pertanto accolgo con grande favore l’invito al confronto lanciato dal Presidente di Legambiente Frosinone, Stefano Ceccarelli”.

“La coalizione che mi onoro di rappresentare in questa sfida - precisa Iacovissi - esprime una spiccata sensibilità per le tematiche della salubrità ambientale, del recupero del territorio in un’ottica di sviluppo, della transizione ecologica".

"Da mesi siamo in campo in maniera netta, ad esempio, sulla proposta del “cemento zero” avanzata dai giovani socialisti e condivisa da Psi, Più Europa, Lista Il Cambiamento e Lista civica Segneri, proprio in vista di quella rigenerazione dello spazio urbano basata sulla valorizzazione del patrimonio immobiliare esistente al fine di renderlo innovativo e compatibile con un nuovo disegno più ordinato e meno invasivo della città. Sarà quindi un piacere confrontarsi su questo e molto altro - conclude Iacovissi – per esporre ai cittadini la nostra idea di Frosinone”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, ecosostenibilità e sviluppo urbano: Legambiente chiede confronti pubblici tra i candidati

FrosinoneToday è in caricamento