rotate-mobile
Parla il superfavorito

Primarie centrodestra, Mastrangeli: “Momento altissimo di democrazia, candidati di grandissima levatura”

Il superfavorito, in vista delle votazioni per la selezione del candidato sindaco alle elezioni 2022 di Frosinone, parla di “una iniziativa ancor più importante dati anche i sentimenti di stima e amicizia nei confronti di Testa, Cestra, Sirizzotti e Ramunto”

È il superfavorito alle primarie del centrodestra di domenica 27 marzo. Riccardo Mastrangeli, già deputato e assessore uscente al bilancio, scende ufficialmente in campo ed è pronto a ottenere il pass per la candidatura a sindaco in vista delle elezioni amministrative 2022 di Frosinone.  

“Sono felice di partecipare alle ‘Primarie per la città’, un momento altissimo di democrazia e condivisione, oltre che di confronto”, ha dichiarato dopo la presentazione del modulo di partecipazione a “una iniziativa - ha aggiunto - che reputo ancor più importante dati anche i sentimenti di stima e di amicizia che nutro nei confronti di Rossella Testa, Maria Grazia Cestra, Sonia Sirizzotti e Raffaele Ramunto, candidati di grandissima levatura”.

In arrivo la presentazione delle candidature alle primarie

Le loro candidature verranno presentate ufficialmente domattina alle 11.30 presso il parco del Matusa. L’ampio sostegno del centrodestra a Mastrangeli – dalla Lega a Fratelli d’Italia passando, tra gli altri, per Forza Italia e Lista per Frosinone – non pare lasciare troppe speranze agli altri pur competitivi concorrenti. Se la vedranno con l’altresì presidente dell’Ordine provinciale dei farmacisti, che con il sindaco uscente e leader della Lega Nicola Ottaviani ha curato sin dal 2012 e portato a termine il piano di riequilibrio finanziario del Comune.

Ormai da tempo interviene al posto dello stesso Ottaviani, da ultimo per annunciare l’operazione contro il caro bollette, per presentare le ultime azioni dell’amministrazione guidata per due mandati da chi intende cedergli il testimone. “Dieci anni fa, con l'amministrazione Ottaviani - ricorda Mastrangeli - i frusinati hanno iniziato un percorso di cambiamento che ha portato allo sviluppo e alla trasformazione dell’assetto culturale, ambientale e urbano della città, anche attraverso l’introduzione di strumenti innovativi di crescita sociale”.

“I cittadini di Frosinone - conclude - hanno scelto di essere protagonisti della dimensione amministrativa del proprio territorio, concorrendo anche alla crescita democratica delle istituzioni”. In quanto al campo largo, ossia il centrosinistra e le liste civiche avverse al centrodestra, la situazione è sempre più ingarbugliata.

Lavori in corso nel campo largo e nel “Nuovo centrosinistra”

Si profilava ormai la supersfida tra Mastrangeli e Domenico Marzi, indicato dal Pd dopo la rinuncia del civico Mauro Vicano, ma l’ex sindaco del capoluogo ciociaro ha rifiutato la candidatura a sindaco. In queste ore, in mancanza di alternative, il Partito democratico sta tentando di convincerlo a rivedere la sua decisione. Un tira e molla affatto gradito nel mentre dal già candidato sindaco 2017 Christian Bellincampi, che si è autoproposto e ha lanciato "Frosinone bene comune".

Non è escluso che Vicano, dopo il vano passo di lato, possa scendere in campo con il sostegno delle “sue” liste civiche nonché tra gli altri di Azione, Italia Viva e con tutta probabilità anche il Polo Civico. Quest’ultimo, guidato da Gianfranco Pizzutelli, in uscita dall’amministrazione e dalla coalizione di centrodestra. In giornata, dopo l’apposita assemblea, il Psi ufficializzerà invece il candidato sindaco e tutto lascia pensare che sarà il vicesegretario nazionale Vincenzo Iacovissi, supportato soprattutto anche da Più Europa e Il Cambiamento.  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie centrodestra, Mastrangeli: “Momento altissimo di democrazia, candidati di grandissima levatura”

FrosinoneToday è in caricamento