rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Elezioni

Elezioni Frosinone 2022, De Angelis: “Basta con le primogeniture”. Ottaviani: “Avanti con le primarie”

Il leader del Pd si appella al resto del centrosinistra: “Azzeriamo l’inutile dibattito sui tavoli”. E riapre la discussione sulle primarie. Il sindaco, coordinatore della Lega, tira dritto invece verso la selezione del candidato non gradita da FdI

A Frosinone, in vista delle elezioni amministrative 2022, il centrosinistra resta per ora spaccato in due blocchi e il centrodestra non risulta ancora totalmente compatto. Per questo il leader provinciale del Pd Francesco De Angelis sprona tutte le anime del centrosinistra a fare un passo indietro. Il sindaco del capoluogo Nicola Ottaviani, coordinatore provinciale della Lega, ribadisce invece l'importanza delle primarie ma non è dello stesso avviso Fratelli d'Italia.

In quanto al centrosinistra parlano ormai tutti di Campo largo, ma ad oggi non esiste un tavolo unitario per la costruzione del Polo progressista. Il primo è stato lanciato da Psi, Azione, Italia Viva, Demos e Articolo 1, auspicando l'adesione del Movimento 5 Stelle nonché del Partito Democratico.

Il Pd, però, non ha di fatto raccolto il loro invito al confronto bensì quello di Possibile, che ha come modello Frosinone in Comune di Stefano Pizzutelli e ha preso parte criticamente al suddetto tavolo. A spingere ora De Angelis a intervenire pare proprio la posizione espressa pubblicamente da Demos, secondo cui è lo stesso Pd a dover fare da perno e sono le primarie lo strumento per la selezione del candidato sindaco. Democrazia Solidale, inoltre, non esclude la candidatura di un suo esponente non dando affatto per scontato che prevarrà quello indicato dal Partito democratico.

De Angelis: "Azzeriamo l'inutile dibattitito su tavoli e primogeniture"

"Mi rivolgo in particolare ai Socialisti, ad Articolo 1 e ad Azione - si è appellato nel mentre De Angelis - A loro dico: azzeriamo insieme questo inutile dibatto sui tavoli e sulle primogeniture e ripartiamo con una nuova e condivisa iniziativa. Ripartiamo insieme dai contenuti per costruire un rapporto di pari dignità in un'alleanza forte, attrattiva e inclusiva".

Poi ha riaperto la discussione sulle primarie, che ha rilanciato da tempo e poi proposto: "Il passo indietro di tutti è segno di forza, di unità, di attenzione autentica alla città di Frosinone. Decideremo insieme l'alleanza e il metodo di scelta del candidato che dovrà guidare la coalizione di centrosinistra alla vittoria". Quindi un appello a ripartire tutti alla pari, senza che nessuno faccia da perno, e senza dare per scontato lo svolgimento delle primarie. Anche perché, come ha già accentuato la segretaria e consigliera del Psi Frosinone Gerardina Morelli, "è assurdo parlare di primarie senza coalizione".

Ottaviani tira dritto verso le primarie, non gradite da Fratelli d'Italia

Nell'universo del centrodestra, invece, Ottaviani tira dritto: "Lo strumento delle primarie - ha dichiarato al Messaggero - rappresenta un sistema democratico che coinvolge i cittadini nella scelta ed individuazione del candidato a sindaco. Il mese di marzo potrebbe essere il periodo per svolgere questa competizione elettorale in vista delle elezioni di giugno".

Sembra ormai sicuro che si contenderanno la candidatura a sindaco almeno quattro competitor: l'assessore al Bilancio Riccardo Mastrangeli, uomo di fiducia del sindaco uscente; il capogruppo consiliare della Lega Danilo Magliocchetti, il presidente del Consiglio Adriano Piacentini (Forza Italia) e l'assessore e leader della Lista per Frosinone Antonio Scaccia.

Sin dall'estromissione dalla Giunta Ottaviani di Fabio Tagliaferri, per via del passaggio dal Polo Civico a Fratelli d'Italia, c'è un braccio di ferro con il partito guidato a livello provinciale dal senatore Massimo Ruspandini. Che alla fine, vista la contrarietà dei consiglieri comunali di FdI Maria Rosaria Rotondi e Domenico Fagiolo, non ha sfiduciato il primo cittadino e lo ha esortato invano a rivedere la sua decisione. Da capire a questo punto se ci sarà una ricucitura, con tanto di sua partecipazione alle primarie, o se FdI indicherà un proprio candidato sindaco.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Frosinone 2022, De Angelis: “Basta con le primogeniture”. Ottaviani: “Avanti con le primarie”

FrosinoneToday è in caricamento