rotate-mobile
Promossi e bocciati

Elezioni Frosinone 2022, loro sanno già per certo di rientrare o meno in Consiglio

In ogni caso, che sia eletto sindaco al ballottaggio Mastrangeli o Marzi, 8 candidati ridiventeranno sicuramente consiglieri al contrario di 7 uscenti andati a vuoto. Ecco chi sono i sicuri promossi e bocciati alle Comunali

C’è tanta attesa per il ballottaggio di domenica 26 giugno 2022. I cittadini di Frosinone voteranno al secondo turno delle Elezioni amministrative e decideranno se il prossimo sindaco sarà Riccardo Mastrangeli o Domenico Marzi. I due candidati, l’uno di centrodestra e l’altro a capo del campo largo progressista, si confronteranno pubblicamente in piazza prima dello scontro decisivo.

A prescindere dall’esito delle elezioni, però, c’è chi già sa che verrà confermato tra gli scranni del Consiglio comunale del Capoluogo ciociaro. A favore di Mastrangeli il solo Sergio Crescenzi (FdI). Pro Marzi, invece, Angelo Pizzutelli, Fabrizio Cristofari e Sergio Venturi (Pd), Carlo Gagliardi (Marzi Sindaco) e Claudio Caparrelli (Polo Civico).

Non solo promossi: i sette bocciati

Di contro la lista dei sette bocciati, i consiglieri comunali uscenti che non sono riusciti a farsi rieleggere dal proprio elettorato o dall’altro, visti i vari campi di casacca. Un caso emblematico è quello di Christian Bellincampi, già candidato sindaco del Movimento 5 Stelle nel 2017 e in questa tornata tra le file di Fratelli d’Italia. Se cinque anni fa aveva accumulato 1.884 consensi come aspirante primo cittadino, stavolta sembrerebbe non aver minimamente puntato ad attrarne: lo hanno votato appena sedici elettori.

In compagnia di Bellincampi c’è anche la già consigliera provinciale e comunale Alessandra Sardellitti, un tempo con il Pd e oggi dirigente provinciale di Azione, che avrebbe voluto come sindaco il candidato di centro Mauro Vicano. Se quest’ultimo rinuncerà al seggio consiliare, più che probabile, subentrerà il più votato della sua lista civica (Marco Sordi) e non l’esponente del Partito di Calenda.

Andrà a occupare sicuramente il suo posto in Consiglio, invece, l’altro candidato sindaco non eletto Vincenzo Iacovissi. Resterà fuori dall’assise civica lo storico capogruppo del Psi Massimo Calicchia, nonché la segretaria cittadina Gerardina Morelli. Quest’ultima, però, era entrata soltanto negli ultimi tempi al posto del dimissionario e fuoriuscito Daniele Riggi (prima gruppo misto e poi Frosinone Indipendente). Ad aggiungersi ai bocciati sono i già consiglieri Gianpiero Fabrizi (Lista Ottaviani, 162 voti) e Maria Rosaria Rotondi (FdI, 116 voti), a meno che non vengano nominati come assessori.    

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Frosinone 2022, loro sanno già per certo di rientrare o meno in Consiglio

FrosinoneToday è in caricamento