rotate-mobile
Nel mirino astensionisti e indecisi

Elezioni 2022, Schietroma (Psi): “Iacovissi può arrivare al ballottaggio e diventare sindaco”

Il leader regionale e provinciale dei Socialisti punta sugli oltre 10 mila abitanti di Frosinone che non sono andati a votare alle amministrative 2017. “Un numero enorme di cittadini che possono essere decisivi”, gli astensionisti e gli indecisi

Per Gian Franco Schietroma, coordinatore regionale e leader provinciale del Psi, il candidato sindaco del Nuovo centrosinistra Vincenzo Iacovissi può puntare al ballottaggio e alla vittoria delle elezioni amministrative 2022 di Frosinone. Guarda ai numeri, all’astensionismo del 2017, agli oltre 10 mila abitanti non recatisi alle urne nel 2017.

“Si tratta di un numero enorme di cittadini che possono essere assolutamente decisivi per l'esito delle elezioni - argomenta Schietroma - È evidente che diventerà sindaco di Frosinone colui che avrà la credibilità per parlare a questi cittadini e la capacità di convincerli. Cosa non facile perché si tratta di persone deluse dalla politica”. D’altronde Iacovissi è stato lanciato in alternativa soprattutto a Riccardo Mastrangeli (centrodestra) ma anche a Domenico Marzi (centrosinistra filo Pd). Un po’ come il civico Mauro Vicano, che continua a essere sottovalutato al pari dello stesso Iacovissi.

Tra di loro, in fin dei conti, sarà una conta in vista del potenziale ballottaggio contro Mastrangeli: una conta all’interno dell’universo dei progressisti, con Marzi e Vicano che si supporterebbero a vicenda al secondo turno. Stando agli impegni presi dal Nuovo centrosinistra, non Iacovissi. Il problema, per loro, è che è l’ultima volta finì con la riconferma al primo turno di Ottaviani. Andò a votare il 72.18% degli aventi diritto, a fronte di sei candidati a sindaco. Probabilmente più o meno come stavolta.

Schietroma: "Perso peso politico e abitanti, Iacovissi unica novità"

“Il punto è proprio questo – ritiene, di contro, il socialista Schietroma - la politica deve interrogarsi sul serio sul perché un numero così importante di cittadini ha disertato le urne e tentare in ogni modo di suscitare il loro interesse. Frosinone ha bisogno di tutti per recuperare davvero il ruolo di capoluogo di provincia, dopo aver perso peso politico e quasi 5 mila abitanti negli ultimi 20 anni”.

“Vincenzo Iacovissi, candidato sindaco del nuovo centrosinistra, è l'unica novità politica delle prossime elezioni comunali. Quindi, ai nastri di partenza, è il candidato con le migliori carte in regola per tentare di convincere i 10mila abitanti di Frosinone che non hanno votato nel 2017 – aggiunge poi - Se Vincenzo, grazie alle sue idee innovative ed alla sua grande preparazione politica e amministrativa, sarà capace di convincere almeno una parte di questa enorme fetta di elettorato, andrà al ballottaggio con buone possibilità di diventare sindaco”.

“Del resto gli altri candidati a sindaco, tutti persone di valore e rispettabilissime, appartengono al passato ed hanno già dato il meglio di sé - conclude - Occorrono nuove energie e soprattutto un sindaco che, oltre ad avere grande considerazione per i meno giovani, sappia riscuotere la fiducia anche delle nuove generazioni. Vincenzo può farcela e con lui a Frosinone si può aprire una nuova stagione, recuperando il terreno perduto”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, Schietroma (Psi): “Iacovissi può arrivare al ballottaggio e diventare sindaco”

FrosinoneToday è in caricamento