rotate-mobile
A ognuno il suo green

Elezioni 2022, il verde politicizzato: Matusa, Villa comunale, LungoCosa, Grappella e Parco delle colline

Dall'amministrazione Ottaviani, pro Mastrangeli, la versione green dell’ex stadio. Poi il comitato di Marzi vicino alla “sua” Villa, il parco che vuole Vicano lungo il fiume, il bosco della Variante Casilina che piace a Iacovissi e l’Alberata cara a Cosimato

Le elezioni amministrative 2022 di Frosinone sono contraddistinte dal verde politicizzato: Parco Matusa di destra, Villa comunale di sinistra, LungoCosa di centro, Bosco Grappella socialista e Parco delle colline civico.

Il Parco Matusa, realizzato dall’amministrazione Ottaviani in luogo dell’ex stadio, ha già ospitato la presentazione delle Primarie del centrodestra stravinte dal candidato Riccardo Mastrangeli e accoglierà in giornata la leader di FdI Giorgia Meloni. Di contro la Villa comunale, opera del ricandidato ex sindaco Domenico Marzi, che ha piazzato il suo comitato elettorale proprio lì a fianco.

Il Parco del fiume Cosa è qualcosa che si sente nominare da anni. A rilanciarlo è stato anche e soprattutto Mauro Vicano, aspirante primo cittadino in rappresentanza del centro politico, secondo cui non ci si deve limitare allo Schioppo.

Il Psi di Vincenzo Iacovissi, in seno al Nuovo centrosinistra, ha già proposto invece da tempo la riqualificazione del Bosco Grappella, presso la Variante Casilina. Il candidato sindaco civico Giuseppe Cosimato, ex FdI, è andato sul posto e ha rivendicato l’importanza del Parco delle colline lungo l’Alberata del capoluogo ciociaro.     

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, il verde politicizzato: Matusa, Villa comunale, LungoCosa, Grappella e Parco delle colline

FrosinoneToday è in caricamento