Elezioni Ceccano 2020, Ciotoli (PSI): “Lista unitaria col PD? Fantapolitica”

Il Segretario cittadino del Partito Socialista smentisce le voci che parlano di una “fusione” dei due partiti in occasione delle Amministrative che si terranno prossimamente nel commissariato Comune del Frusinate. E poi attacca l’ex Sindaco Caligiore

Il Segretario del PSI Ceccano Antonio Ciotoli (a sx) con il leader nazionale Riccardo Nencini e il coordinatore della segreteria Gian Franco Schietroma

Il Segretario del PSI Ceccano Antonio Ciotoli mette a tacere i rumors secondo cui i locali Partito Socialista e Partito Democratico, entrambi a sostegno del candidato sindaco Marco Corsi, correranno con un’unica lista alle Elezioni Amministrative 2020, ancora da fissare in una data compresa tra il 15 aprile e il 15 giugno.

“Come è nella tradizione del PSI Ceccano - premette l’ex Sindaco 2002-2012 - l’impegno socialista e riformista è strettamente ancorato ad una lista di partito seria, motivata e competitiva. La fantapolitica e le “suggestioni” - si riferisce, poi, ai rumors - come sempre lasciano il tempo che trovano”.

L’asse PD-PSI, stavolta orientato verso l’ex Presidente del Consiglio che ha contribuito alla nota caduta del dimissionato Sindaco Caligiore, non si tramuterà così in un accorpamento.  

Da soli con Corsi

Il PSI cittadino, apprezzando la proposta di governo della città di impronta civica promossa dal candidato sindaco Marco Corsi - ribadisce il suo Segretario - sin dallo scorso dicembre ha anticipato e, dunque, garantito il proprio convinto contributo in favore della sua candidatura e della coalizione che lo sostiene in questa campagna elettorale”.

Il Partito Socialista Italiano a Ceccano -  chiarisce poi - parteciperà alla prossima competizione elettorale con una propria lista e con il proprio simbolo di partito: il garofano rosso socialista”.

Sulla coalizione pro Corsi

“Il PSI - spiega lo stesso Antonio Ciotoli - attualmente è impegnato in seno alla coalizione e per collaborare nella rifinitura di una linea programmatica condivisa, chiara, sostenibile e rispondente alle esigenze dei concittadini e del territorio, per la creazione di un governo della città longevo, coeso e credibile”.

L’attacco all’ex Primo Cittadino

L’obiettivo dichiarato del Circolo PSI “Sandro Pertini” di Ceccano è quello di “cancellare la brutta pagina politica e amministrativa andata in onda fino all’autunno scorso - aggiunge Ciotoli, scagliandosi contro la precedente amministrazione - e conclusasi con la sfiducia all’ex Sindaco Caligiore e la caduta del suo governo”.

Le priorità del PSI

Sono e saranno i concittadini - fissa il Segretario socialista - Tutti i concittadini, le tematiche di rilevanza strategica per il territorio, le criticità da affrontare immediatamente perché troppo a lungo disattese come la tutela ambientale e la salvaguardia della salute della cittadinanza, nonché le opportunità da cogliere per un maggiore sviluppo del territorio”.

Il "Grande Capoluogo" contro...

Tra le potenziali oppportunità, già in precedenza, era stato menzionato soprattutto il progetto “Grande Capoluogo” lanciato da Unindustria Frosinone: “Il PSI - aveva detto Ciotoli - sottolinea con favore la disponibilità manifestata da Corsi in merito al progetto di città intercomunale con il capoluogo e i principali comuni vicini, in netta discontinuità con la pervicace ostilità ribadita a più riprese dall’uscente Sindaco Caligiore“.

... la "Contea di Ceccano"

Di contro la lista “Grande Ceccano”, schierata a favore di Caligiore dal già forzista nonché oppositore Riccardo Del Brocco, ha proposta la Contea medievale di Ceccano (gran parte dell’odierna Ciociaria) in contrapposizione, per molti campanilistica, al Grande Capoluogo, al cui progetto hanno per ora aderito quattro Comuni (Frosinone, Veroli, Supino e Arnara) ed è fortemente interessato un altro terzetto (Alatri, Ferentino e Patrica).    

L'affondo finale

Anche nella condivisione del progetto "Grande Capoluogo", secondo il Segretario del PSI Ceccano Antonio Ciotoli, “un tratto chiaramente distintivo e discontinuo - ritiene - rispetto al tentativo maldestro di “galleggiamento” ampiamente dimostrato da Caligiore e dalla destra ceccanese nel corso di un lungo e penalizzante quadriennio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento