Elezioni Ceccano 2020, ‘Acqua bene comune’: Piroli si confronta coi comitati all’ex Cinema Italia

Alle 18 di oggi, 30 luglio, l'iniziativa dell'aspirante Prima Cittadina. Il ricandidato ex Sindaco Caligiore, intanto, ribadisce: 'Dalla parte di chi ha voluto cacciare Acea', il cui Cda è stato già attaccato, in quota Corsi, dal segretario PSI Ciotoli

L'ex Cinema Italia di Ceccano

Alle 18 di oggi, giovedì 30 luglio, l’ex Cinema Italia di Ceccano ospiterà l’iniziativa “Acqua bene comune” lanciata dall’aspirante Prima Cittadina di sinistra Emanuela Piroli, che ha invitato i comitati ad “affrontare le problematiche del servizio idrico e il tema dell’acqua pubblica”. L’evento, ovviamente, verrà organizzato nel rispetto delle regole anti-Coronavirus, con mascherina di protezione e a debita distanza.

“Questione Acea” sulla quale, in vista delle Elezioni Amministrative 2020, è intervenuto nuovamente anche il ricandidato ex Sindaco Roberto Caligiore, sostenuto dal centrodestra (FdI, FI e Lega): “Questo è un argomento importante che va anche affrontato in questo momento storico per la nostra città - ha premesso - Da una parte ci sono 33 Sindaci che hanno votato per cacciare Acea, dall’altra ci sono altri Sindaci che fanno parte di una chiara area politica che hanno votato per far rimanere Acea”. Nel mezzo, in attesa della pronuncia del Consiglio di Stato, c’è invece il Tar del Lazio che ha annullato la “cacciata”.

“Roberto Caligiore è stato dalla parte di chi ha voluto cacciare Acea, è stato il capofila - ha ribadito quest’ultimo, parlando di sé in terza persona, dopo aver già auspicato una tariffa unica regionale - Il Comune di Ceccano è stato il primo firmatario della risoluzione contrattuale nei confronti di Acea. Noi saremo sempre al nostro posto, contro i poteri forti e saremo sempre vicini ai nostri cittadini – ha concluso - Gli altri non lo so”. Con “altri”, ovviamente, intende principalmente l’asse PD-PSI.  

Nei giorni scorsi, a tal proposito, era partito un duro attacco dell’ex Sindaco 2002-2012 Antonio Ciotoli – Segretario del PSI cittadino e sostenitore della candidatura del “civico” Marco Corsi assieme ai Democratici per Ceccano – contro il nuovo Consiglio d’amministrazione di Acea Ato 5 (“L’unico obiettivo - ha lamentato - è quello di fare cassa”) e il già consigliere regionale dem Marino Fardelli (“I rapporti con il territorio non possono essere delegati a chi fa politica a tempo pieno”).  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le scarpe della Lidl vanno a ruba anche a Frosinone: sold out in pochi minuti

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Tentato omicidio in viale Mazzini, ecco cosa c'è dietro la tragedia di ieri notte

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento