rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Il voto nel Capoluogo

A Frosinone il centrodestra prende più del doppio dei voti del centrosinistra

Nel capoluogo ciociaro non il triplo come nell’intero collegio di Frusinate e Sorano per la Camera, ma pur sempre un distacco di ben 30 punti percentuali. A livello nazionale, tra le coalizioni trainate da FdI e Pd, se ne contano meno di 18

Alla Camera, nel collegio di Frusinate e Sorano, è stato eletto Massimo Ruspandini, senatore uscente e presidente provinciale di Fratelli d’Italia, candidato del centrodestra. La coalizione ha preso 11.412 voti e centrato il 52.38%.

Sono praticamente due punti percentuali in meno rispetto al dato dell’intero collegio (54.54%), anche uno scalino più in basso del regionale (53%), ma pur sempre nove punti in più della coalizione nazionale (43%) schierata alle elezioni politiche 2022. A livello territoriale il centrodestra ha preso quasi il triplo dei voti del centrosinistra trainato dal Pd (18.47%). Nella città di Frosinone, arrotondando, è finita invece 52 a 22: oltre il doppio.

Il collegio in questione include 60 comuni: Acuto, Alatri, Alvito, Amaseno, Anagni, Arnara, Arpino, Atina, Boville Ernica, Broccostella, Campoli Appennino, Casalattico, Casalvieri, Castelliri, Castro dei Volsci, Ceccano, Ceprano, Collepardo, Falvaterra, Ferentino, Filettino, Fiuggi, Fontana Liri, Fontechiari, Frosinone, Fumone, Gallinaro, Giuliano di Roma, Guarcino, Isola del Liri.

E poi ancora Monte San Giovanni Campano, Morolo, Paliano, Pastena, Patrica, Pescosolido, Picinisco, Piglio, Pofi, Posta Fibreno, Ripi, San Biagio Saracinisco, San Donato Val di Comino, Santopadre, Serrone, Settefrati, Sgurgola, Sora, Strangolagalli, Supino, Torre Cajetani, Torrice, Trevi nel Lazio, Trivigliano, Vallecorsa, Veroli, Vicalvi, Vico nel Lazio, Villa Latina e Villa Santo Stefano. Tra le cinque cittadine più popolose, oltre a Frosinone e Sora, Ceccano, Anagni e Ferentino.

Su 282.186 elettori ne sono andati a votare 180.023: il 63.80%. Le schede nulle sono state 5.682, le bianche 3.073 e le contestate 12.

Frosinone al voto: Centrodestra e Centrosinistra

Nel capoluogo ciociaro affluenza al 64.52%: su 34.948 elettori, 22.548 votanti. Le schede nulle sono state 455 e le bianche 305. Non è stato contestato alcun voto. FdI si attesta al 31.76%, la Lega all’11.50%, Forza Italia al 9.02% e Noi Moderati allo 0.57%. In tutti e 60 i comuni del collegio, invece, sono rispettivamente a quota 33.09%, 10.65%, 10.18% e 0.61%. Nel capoluogo ciociaro, pertanto, la Lega rosicchia qualcosa agli alleati. Il leader provinciale del Carroccio, del resto, altri non è che il due volte sindaco Nicola Ottaviani, ormai approdato alla Camera.  

Il centrosinistra, che ha sostenuto la candidatura in quota Pd di Andrea Turriziani – consigliere comunale di Frosinone, esponente della civica Lista Marini – si è attestato al 21.84%: 4.759 voti. 3.293 sono del Pd (15.88%), 652 dell’Alleanza Verdi e Sinistra (3.14%), 423 di +Europa (2.04%) e 112 di Impegno Civico (0.54%).

Il Pd sta al 19% a livello nazionale, al 18.67% nel Basso Lazio e al 13.99% nel collegio di Frosinone e Sora. A Frosinone ha fatto registrare tre punti in meno dei dati nazionali e semi-regionali, ma ben otto punti in più di quelli di Frusinate e Sorano.

Gli altri partiti progressisti, soprattutto Verdi-Sinistra, sono al di sotto del risultato nazionale. L’Alleanza Verdi e Sinistra, però, va meglio nel capoluogo che nel Basso Lazio (2.51%). Stesso discorso, anche se non da mezzo punto, per +Europa (1.85%).

Frosinone al voto: M5S, Azione-Italia Viva e altri

La candidata del Movimento 5 Stelle era la frusinate Ilaria Fontana, già deputata e sottosegretaria alla transizione ecologica. A Frosinone sono stati votati dal 15.27% degli aventi diritto. In pratica è lo stesso risultato ottenuto in Italia (15.42%), ma inferiore di più di un punto a quello del Basso Lazio (16.56%) e del collegio frusinate-sorano (16.61%).  

Con Azione-Italia Viva, poi, il candidato Stefano Carducci – capo della segreteria del sindaco di Isola del Liri Massimiliano Quadrini – ha preso 1.392 voti a Frosinone. Rappresenta il 6.39%, che è meno della soglia nazionale (7.78%) e poco più di quella di Ciociaria e Pontino (6.2%).

Nel capoluogo della Ciociaria, infine, sono stati dati 394 voti a Damiana Fiammenghi di Italexit per l’Italia (1.81%), 264 a Sonia Sale di Unione Popolare (1.21%) e 239 a Paolo Di Ruzza di Italia Sovrana e Popolare (1.10%). Nel Basso Lazio Italexit ha ottenuto l’1.67%, Unione Popolare l’1.30% e Italia Sovrana e Popolare l’1.06%. A livello nazionale, invece, sono rispettivamente all’1.9%, all’1.43% e all’1.24%. Anche a Frosinone le percentuali sono più o meno quelle.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Frosinone il centrodestra prende più del doppio dei voti del centrosinistra

FrosinoneToday è in caricamento