rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
L'ingegnere chimico

Elezioni 2022, primarie del centrodestra: la candidata Maria Grazia Cestra si presenta

Il biglietto da visita dell'ingegnere chimico di Frosinone è l'ambiente: "Priorità assoluta". Ritiene che un progetto fondamentale sia il teleriscaldamento e che la raccolta differenziata debba essere ulteriormente potenziata

Dagli studi in materia ambientale, con la laurea in ingegneria chimica e la professione svolta presso il Ministero della transizione ecologica, alle Primarie del centrodestraMaria Grazia Cestra si è presentata alla città domenica scorsa, nel corso del confronto, avvenuto al Parco Matusa, con gli altri quattro candidati: Riccardo MastrangeliRaffaele Ramunto, Sonia Sirizzotti e Rossella Testa.

Domenica 27 marzo prenderanno parte alla consultazione democratica per la selezione del candidato a sindaco del centrodestra in vista delle Elezioni amministrative 2022. Le operazioni di voto si svolgeranno dalle 8 alle 21 presso le 4 sezioni della nuova sede comunale (Palazzo Munari), di Piazza VI Dicembre, della Delegazione Madonna della Neve e della Delegazione Scalo. Previsto anche un seggio mobile. 

La candidata Cestra: "Ambiente priorità assoluta"

“Il tema dell’ambiente è centrale: l’ecosistema è lo spazio in cui tutti viviamo, e rappresenta, quindi, la priorità assoluta - dichiara l'ingegner Maria Grazia Cestra - L’amministrazione Ottaviani, in dieci anni, ha messo in campo diverse iniziative per rendere la città più ecosostenibile, adottando accorgimenti volti anche al cambiamento di mentalità rispetto alle abitudini consolidate in fatto di mobilità, di consumi, di spazi urbani".

"Il rispetto dell’ecosistema, infatti, è sinonimo di migliore qualità della vita e, per proseguire il cammino intrapreso e aggiungere nuovi tasselli a quella che sarà la città del futuro - continua - Credo che un’opera come il teleriscaldamento possa costituire un progetto fondamentale. Si tratta di un servizio erogato al cittadino, che cambierebbe il volto stesso della città, in ragione delle opere accessorie necessarie. Gli studi, infatti, indicano come gli impianti di riscaldamento e combustione incidano in maniera consistente sul livello di emissioni in atmosfera".

La proposta di teleriscaldamento 

"Nel caso specifico del capoluogo - entra nel dettaglio la stessa Cestra - a tali percentuali vanno aggiunte le particelle derivanti dal traffico veicolare e il fatto che la stessa conformazione geografica del territorio - come peraltro certificato all’interno del Piano di risanamento della Regione - comporti un ristagno delle emissioni stesse. Per questo motivo, credo sia importante adottare strumenti innovativi, come appunto il teleriscaldamento, continuando ad incidere sui settori della mobilità, del risparmio energetico e dell’igiene urbana".

"A questo proposito, va potenziata ulteriormente la raccolta differenziata, che a Frosinone peraltro già segna delle percentuali di grande rilievo, raggiungendo, con l’introduzione del porta a porta su tutto il territorio comunale, oltre il 70% - conclude - Ciò a testimonianza del fatto che il capoluogo ciociaro può porsi tra i comuni più avanzati in tema di rispetto ambientale, grazie agli sforzi di tutti. Questo significa che istituzioni e cittadini, con le buone pratiche, possono ancora incidere sulla tutela di beni primari, dando forza e valore al significato di comunità, in cui ognuno dà il proprio contributo per il benessere e la crescita dell’intero territorio”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, primarie del centrodestra: la candidata Maria Grazia Cestra si presenta

FrosinoneToday è in caricamento