rotate-mobile
L'ex direttore del Conservatorio

Elezioni 2022, primarie del centrodestra: il candidato Raffaele Ramunto "per la cultura e lo sviluppo"

Il docente, ex direttore del Conservatorio di Frosinone, ritiene che "sia necessario continuare nel solco tracciato negli ultimi anni in materia di cultura dall'amministrazione Ottaviani"

Il docente Raffaele Ramunto, ex direttore del Conservatorio di Frosinone, parteciperà alle primarie del centrodestra in vista delle Elezioni amministrative 2022. Sfiderà il candidato di punta Riccardo Mastrangeli, l'altro assessore uscente Rossella Testa, l'ingegnere chimico Maria Grazia Cestra e l'avvocato Sonia Sirizzotti

Le operazioni di voto si svolgeranno domenica 27 marzo 2022, dalle 8 alle 21, presso le 4 sezioni della nuova sede comunale (Palazzo Munari), di Piazza VI Dicembre, della Delegazione Madonna della Neve e della Delegazione Scalo. Previsto anche un seggio mobile.

"L’obiettivo delle consultazioni - così gli organizzatori - è coinvolgere i cittadini in una iniziativa di grande partecipazione democratica, continuando l'esperienza amministrativa che ha reso possibile, in questi anni, la rigenerazione completa del volto della città, trasformata in un moderno capoluogo". 

Ramunto: "Cultura fa rima con sviluppo"

“Cultura fa rima con sviluppo e crescita del tessuto economico - dichiara il professor Raffaele Ramunto - Abbiamo la fortuna di vivere in un territorio ricchissimo di testimonianze artistiche, archeologiche, paesaggistiche, senza eguali. Queste risorse, unite alla programmazione di eventi culturali, possono costituire un volano formidabile per l’economia e l’occupazione".

"Si pensi, soltanto per fare un esempio, al Festival dei Conservatori  della città di Frosinone che, nel corso delle otto edizioni, ha ospitato musicisti, artisti, discografici, produttori provenienti da ogni parte d’Italia e d’Europa. Sono del parere che sia necessario continuare nel solco tracciato, negli ultimi 10 anni,  in materia di cultura, dall’amministrazione comunale, che ha riservato sempre particolare attenzione nei confronti di due grandi eccellenze del territorio, come il Conservatorio ‘Refice’ e l’Accademia di belle arti".

"Credo che sia compito anche dell’amministrazione che verrà di continuare a valorizzare questi due istituti di riconosciuto prestigio a livello nazionale e internazionale, facendo sì che i talenti che frequentano le aule del Conservatorio e dell’Accademia siano sempre più spesso protagonisti della vita culturale del capoluogo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2022, primarie del centrodestra: il candidato Raffaele Ramunto "per la cultura e lo sviluppo"

FrosinoneToday è in caricamento