Con la testa e con il cuore, ecco la Civica “Zingaretti Presidente”

Una lista di gente fortemente impegnata nelle politica e relazioni locali

Si è svolta a Frosinone presso l’hotel Testani la presentazione della Lista Civica “Zingaretti Presidente”. Animatore della lista, il vice presidente dalla Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, che ha presentato i sei candidati del collegio ciociaro. Insieme alla consigliera uscente Daniela Bianchi ci sono Maria Rita Petrillo, medico stimato e donna impegnata nel mondo dell’associazionismo; Antonietta Damizia, assessore presso il Comune di Serrone, lavora presso l’Agenzia regionale del turismo; Giuseppe Felli, vicesindaco di Anagni, avvocato civilista; Fausto Salera, operaio e noto sindacalista, fa parte del comitato trasparenza inceneritore di San Vittore; Renato Rea sindaco di Arpino, avvocato.

Competenza e passione

"Sono persone – ha sottolineato Smeriglio presentando la squadra - Hanno competenza, passione. Passione su ambiti, territori, progetti. Non abbiamo cercato i grandi portatori esclusivamente di proprie preferenze. Il progetto è un altro e siamo contenti di aver costruito questa squadra che è plurale. Lunedì alle 20 saremo di nuovo qui con Nicola Zingaretti e torneremo spesso qui accompagnando tutti gli snodi politici della campagna. Ci interessa molto dare visibilità ai temi espressi (dai sei candidati che si sono presentati poco prima, ndr): cultura, sanità, amministrazioni locali, piccoli comuni, aree interne, lavoro, sviluppo sostenibile. Come avete visto non abbiamo scelto persone addomesticate, anzi. Né yesman, né altro.

Sono persone di centrosinistra

Abbiamo scelto persone che hanno maturato la loro esperienza o fuori o accanto alla coalizione di centrosinistra, perché l’obiettivo era allargare, senza paura, con persone che difendono il territorio, la loro comunità, le loro città, l’intera provincia e che proveranno a farlo al prossimo giro forse più e meglio di come abbiamo fatto in questi 5 anni. Li abbiamo cercati, li abbiamo voluti così perché noi siamo così. Noi porteremo quello che siamo e i cittadini valuteranno – ha detto ancora - Certo, non vogliamo tornare indietro perché bisogna ricordare come è stata governata questa regione negli anni passati. Lavoreremo per non mettere il Lazio nella mani degli sfasciacarrozze, per intenderci quelli che buttano il sale distruggendo tutto. L’esperienza Zingaretti ha numeri importanti. Noi vogliamo contribuire a questa esperienza con i numeri che porterà la lista civica Zingaretti che è la somma delle loro storie, delle loro biografie, di quello che faranno ma è anche un progetto politico più complessivo che punta ad occuparsi in particolare di sanità, amministrazioni locali, scuola, università, trasporto pubblico locale.

I candidati

"Io, come gli altri, non ci siamo proposti, siamo stati invitati – ha detto il sindaco Rea – E questo è un aspetto importante anche alla luce del teatrino che siamo stati costretti a vedere in questi giorni con candidature e cambi di partito anche all’ultimo momento. Questa invece è una lista che ha intrapreso un percorso completamente diverso. Un percorso con un presidente, Nicola Zingaretti, e con il suo vice Massimiliano Smeriglio, che hanno avuto subito le idee chiare. Io ho deciso di accettare per due motivi: perché Zingaretti ha lavorato molto bene in questi anni e merita di continuare nel suo lavoro e perché credo sia fondamentale avere un punto di riferimento costante con la regione sul territorio".

"Le nostre candidature servono a portare le istanze dei territori in Regione – ha detto Felli parlando si sanità locale, di ambiente e di occupazione – Alcune risposte non sono state date ma non per colpa di Zingaretti. Non c’è – ha detto – alternativa a Nicola Zingaretti"

Maria Rita Petrillo -Nata il 30/11/77 a Cassino ove risiede e ha conseguito la maturità classica. Dopo essersi laureata in Medicina e Chirurgia si è specializzata in Medicina Generale e in Medicina Estetica. Lavora nell'ambito della Medicina Territoriale della provincia di Frosinone, della Medicina Estetica e per conto dell'INPS. E' sposata e madre di due gemelli di 7 anni. Attiva nel mondo dell'associazionismo politico territoriale. Collabora con l'associazione CAMUSAC impegnata nella valorizzazione dell'arte contemporanea. Ha creato a Cassino un'Officina a cui ha dato nome "Futura" in cui si discutono prevalentemente tematiche progressiste, con attenzione specifica alla parità di genere, diritti LGBT, ambiente.Ha partecipato alle amministrative come candidata al consiglio comunale di Cassino nel 2016. Ama viaggiare e praticare sport all'aria aperta, con predilezione per il ciclismo, per il quale ha una vera passione.

Giuseppe Felli- Nato a Roma il 10 maggio 1968, vissuto a Piglio (Fr) dove ho frequentato la scuola materna,elementari e medie inferiori. Ho conseguito la maturità nel 1987 frequentando il Liceo Classico di Anagni (Fr) presso l Istituto “ Dante Alighieri”. Laureato in Giurisprudenza nel 1994 l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma con tesi in Diritto Costituzionale. Esercito da circa 24 anni l’attività di avvocato, nello studio di famiglia aperto da mio nonno Eustachio nel 1919, con mio padre Franco (fino alla sua morte avvenuta nel 2013) e continuo la professione insieme ai miei fratelli. Sono un avvocato civilista, consulente di Enti pubblici e società; sono stato consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Frosinone nel biennio 2006 – 2008 e ho collaborato con la rivista “Temi Ciociara” edita dagli avvocati, magistrati, dottori e commercialisti del Foro di Frosinone e di Cassino pubblicando studi e articoli giuridici. Nel 2007 mi sono trasferito ad Anagni e ho iniziato l’attività politica nel 2014 candidandomi ad Anagni nella lista Idea Civica come capolista a sostegno del futuro Sindaco Fausto Bassetta. Sono stato nominato presidente del consiglio comunale del Comune di Anagni il 16.6.2014. Dal  4.10.2017 sono Vicesindaco e Assessore del Comune di Anagni con delega all’ambiente, protezione civile, sicurezza urbana e comunicazione istituzionale. Coltivo numerose passioni, tra cui la musica (ho suonato per anni e suono tuttora il pianoforte) e la lettura.

Renato Rea 57 anni, Sindaco della Città di Arpino, avvocato e giornalista pubblicista. Dopo aver conseguito la laurea in Giurisprudenza , si iscrive all'Albo degli avvocati di Cassino e dal 1990 esercita la professione con passione. Nel 2013 la sua lista civica viene premiata dalla maggioranza degli elettori permettendogli di diventare Sindaco della Città di Arpino, ruolo che ricopre con dedizione e impegno assoluto. Giornalista pubblicista e corrispondente nel recente passato per testate di informazione radio-televisive locali, ha portato avanti la sua passione per lo sport ricoprendo per tanti anni la carica di presidente della squadra di calcio di Arpino. Attualmente Presidente del Centro Studi Ciceroniano che organizza il “CertamenCiceronianumArpinas” ed altre manifestazioni culturali. Sport e vicinanza ai giovani, sanità e infrastrutture, ambiente e sviluppo turistico, questi alcuni temi che il candidato Rea porterà all'attenzione del Consiglio Regionale del Lazio, facendosi portavoce delle necessità della sua Città e di tutto il comprensorio.

Antonietta Damizia, nata a Colleferro nel 1969, è residente a Frosinone dove lavora presso l’Agenzia Regionale del turismo. Laureata in Sociologia,  ha lavorato nell’ambito delle politiche sociali, dapprima in un consorzio di comuni, poi presso la Provincia di Frosinone  occupandosi, in particolar modo, dell’integrazione dei disabili e del contrasto alla violenza di genere, temi che continua a curare espletando la propria attività presso associazioni di volontariato.   Ricopre il ruolo di Assessore alla Cultura, servizi sociali e pari opportunità presso il Comune di Serrone (Fr). I temi sociali, la valorizzazione del territorio e la riduzione delle distanze tra i piccoli centri e le istituzioni più grandi saranno al centro della sua attività.

Daniela Bianchi (Roma 1964) Nata a Roma ma originaria di Amaseno (FR) è mamma di Tatiana ed Alexey. Per professione si occupa di relazioni istituzionali in un grande gruppo bancario. È da sempre attiva nel sociale alla guida di organizzazioni del terzo settore, nel 2013 viene inserita dalla rivista “Vita” tra le  50 donne italiane del Non Profit. Nello stesso anno viene eletta Consigliera Regionale nel listino di Nicola Zingaretti ricoprendo il ruolo di vicepresidente della V commissione (Cultura) oltre ad essere la coordinatrice del Tavolo speciale sulla Valle del Sacco. Da Consigliera il suo impegno si è concentrato sullo sviluppo economico per il rilancio dello sviluppo locale e dello sviluppo a matrice culturale. È  stata protagonista dell’Accordo di Programma Frosinone-Anagni. Sua la proposta di attivare nel Lazio le Apea (aree produttive ecologicamente attrezzate) poi finanziate dalla Regione, così come la Legge Regionale sui Cammini e l'aggiornamento della legge sui Bio-Distretti approvate in Consiglio. Sul legame sviluppo-cultura ha presentato una legge per istituire i Distretti culturali evoluti. Sul fronte dell’innovazione sociale si è occupata di autismo con una legge per il sostegno alle famiglie e da una sua iniziativa è nato il “microcredito” a favore delle adozioni internazionali.

Fausto Salera Nato a Cassino il 20/06/69. Abito a Sant’Angelo in Theodice, frazione di Cassino. Diplomato perito tecnico industriale spec informatica. Lavoro come operaio presso l'Adler EVodiCassino, presso la quale svolgo attività sindacale come dirigente della Fillea CGIL da circa 20 anni e svolgo l'attività di operatore di sportello con il Sunia e la federconsumatori. Attivo da sempre nel territorio nella tutela dei diritti dei lavoratori. Ex consigliere comunale presso la città martire tra le fila di Sel. Faccio parte del comitato trasparenza inceneritore San Vittore del Lazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento