rotate-mobile
Politica

Fondi non autosufficienza, scoppia la polemica tra il PD e la giunta Rocca

Il finanziamento dei servizi per le persone fragili nel Lazio causa tensioni politiche: Battisti e la Gabrielli attaccano, Maselli, Savo e Maura rispondono

La mancanza di finanziamenti per i fondi di non autosufficienza nel Lazio scatena una polemica accesa tra la Giunta Rocca e i rappresentanti del Partito Democratico. Le persone fragili rischiano di rimanere senza un servizio essenziale: l'assistenza domiciliare integrata. Mentre i fondi destinati a strutture private sono stati stanziati per milioni di euro, il fondo regionale per la non autosufficienza è stato dimenticato. Le critiche si fanno sempre più aspre, con accuse di abbandono dei più deboli da parte dell'amministrazione in carica. Tuttavia, l'assessore ai Servizi Sociali difende la Giunta Rocca, sottolineando un impegno crescente nei confronti delle persone con disabilità. Scopriamo i dettagli di questa controversia che coinvolge migliaia di individui fragili e suscita preoccupazione nella comunità.

La critica di Battisti 

Sara Battisti, consigliera regionale del Partito Democratico (PD), critica la Giunta Rocca per non aver rifinanziato il fondo regionale per la non autosufficienza, mettendo a rischio l'erogazione dei servizi di assistenza domiciliare a migliaia di persone fragili. Battisti afferma che, mentre la Giunta Zingaretti aveva garantito l'attenzione e il finanziamento per le persone non autosufficienti, la nuova amministrazione di centrodestra ha trascurato i finanziamenti per il fondo, ma ha stanziato fondi per le strutture private.

“Oltre ai gravissimi disagi che colpiranno le persone - spiega - che fino ad ora hanno potuto usufruire di questi servizi, occorre segnalare anche che moltissimi operatori socio sanitari perderanno il lavoro.Negli ultimi anni con il governo di Nicola Zingaretti e dell'assessora Troncarelli le persone non autosufficienti avevano avuto un'attenzione puntuale, a partire dal rifinanziamento della legge 20/2006, passando per i 17 milioni stanziati nel biennio 2021/2022 per i buoni servizio per la non autosufficienza.

Da febbraio ad oggi, in quasi 4 mesi di governo di centrodestra, non si sono accorti che doveva essere finanziato il fondo per le persone fragili, ma hanno avuto il tempo di finanziare per ben 22 milioni di euro le strutture private. Ora Rocca faccia tutto quello che occorre per aiutare i più deboli e finanziare il fondo: noi vigileremo con attenzione al fianco dei Comuni per continuare ad erogare quei servizi che in questi anni di Giunta Zingaretti, nonostante il buco generato dalla Polverini, abbiamo sempre garantito”.

Silvia Gabrielli, membro dell'assemblea regionale del PD e consigliera comunale di Giuliano di Roma (Frosinone), si unisce alle critiche e chiede al presidente della Regione Lazio, Rocca, di finanziare il fondo per non lasciare indietro le persone più deboli.

La risposta della Giunta Rocca

In risposta alle accuse, l'assessore ai Servizi Sociali della Regione Lazio, Massimiliano Maselli, dichiara che le insinuazioni di Battisti creano allarmismo e confusione, evidenziando una mancanza di informazione sulla materia. Maselli sostiene che la Giunta Rocca ha instaurato un rapporto di collaborazione con gli enti locali per sostenere la disabilità e le fragilità. Inoltre, fornisce dettagli sulla pianificazione del riparto delle risorse nazionali e statali per il fondo della non autosufficienza, affermando che il totale previsto supera i 125 milioni di euro. Maselli critica anche la precedente Giunta Zingaretti per il debito accumulato, affermando che la vera carenza finanziaria è stata lasciata dalla loro amministrazione.

A Maselli si aggiugno la presidente della VII Commissione Sanità e Politiche Sociali, Alessia Savo, e il vicepresidente del gruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio della Regione Lazio Daniele Maura.

“Da Battisti e il Pd ennesima polemica inutile. E’ davvero sorprendete come i consiglieri regionali del Partito Democratico non avendo ancora assorbito la pesante sconfitta elettorale, si ostinino a denigrare il lavoro del presidente Rocca e della sua Giunta con accuse sterili. Proprio loro che ci hanno lasciato una Regione allo sbando, dovrebbero avere il buon senso di tacere e di lasciar lavorare chi sta cercando di riparare i danni del passato, e dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini che hanno premiato questa maggioranza di centrodestra ed in particolare Fratelli d’Italia. L’ultima inutile polemica l’ha sollevata la consigliera Battisti relativamente al mancato rifinanziamento del fondo regionale per la non autosufficienza.

In realtà il tema della fragilità è al centro della nostra azione in materia di politiche sanitarie e sociali e l’assessore Maselli sta lavorando proprio per incrementare le risorse a disposizione. Risposte sono state già date del resto in questi primi mesi con le delibere di Giunta sul caregiver familiare (oltre 2milioni), per l’assistenza alle persone con disabilità grave (oltre 7 milioni e mezzo) prive del sostegno familiare, e per l’inclusione dei soggetti fragili affetti da autismo (quasi 10 milioni). 

Forse è il caso che la consigliera Battisti e i colleghi del Pd si mettano una volta per tutte l’anima in pace, al governo c’è il presidente Rocca e una maggioranza compatta intorno a lui, che visti i disastri degli ultimi dieci anni non ha nessuna intenzione di farsi dettare l’agenda da chi ha dato prova di non sapere amministrare”. 

La controversia riguarda il mancato finanziamento del fondo regionale per la non autosufficienza nel Lazio da parte della Giunta Rocca, con i rappresentanti del PD che sostengono che ciò metta a rischio i servizi di assistenza domiciliare per le persone fragili, mentre l'assessore ai Servizi Sociali difende l'operato della Giunta, fornendo dettagli sui finanziamenti e criticando la precedente amministrazione per la situazione finanziaria lasciata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi non autosufficienza, scoppia la polemica tra il PD e la giunta Rocca

FrosinoneToday è in caricamento