menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco De Angelis e Nicola Zingaretti (Foto pre Covid)

Francesco De Angelis e Nicola Zingaretti (Foto pre Covid)

Alleanza Pd-M5S in Regione, De Angelis: “Centrosinistra non ancora autosufficiente contro il centrodestra”

A fronte dell’ormai prossimo ingresso dei 5 Stelle nella Giunta Zingaretti, il leader provinciale di Pensare Democratico auspica una coalizione progressista che inglobi anche le forze civiche “per sconfiggere il sovranismo della destra” anche in Ciociaria

Per Francesco De Angelis, leader della corrente maggioritaria del Pd in provincia di Frosinone (Pensare democratico), non basta l’alleanza con il Movimento 5 Stelle. Contro il centrodestra, un avversario che “è forte - lo definisce - e sarà difficile battere”, auspica una coalizione progressista che allarghi il campo del centrosinistra alle forze civiche. Parole le sue che arrivano a fronte dell’ormai prossimo ingresso del M5S nella Giunta regionale democrat guidata da Nicola Zingaretti.

A seguito della votazione dell’apposito documento presentato dal segretario regionale Bruno Astorre, De Angelis si dichiara favorevole all’allargamento in Giunta: “Non tanto perché stabilizza la maggioranza in Consiglio regionale - afferma - ma perché si tratta di un progetto politico importante di alternativa alla destra”. Da vedere che sviluppi avrà in Ciociaria, specie nelle elezioni amministrative 2021 di Sora e Alatri e in quelle del Capoluogo, che scatteranno nel 2022.

De Angelis: "Non ancora autosufficienti contro il centrodestra"

“Noi non siamo autosufficienti, da soli non ce la facciamo, non siamo stati autosufficienti nemmeno quando eravamo al 41%”. Così De Angelis richiamando l’attenzione su quello che ritiene essere il vero obiettivo del centrosinistra: costruire un nuovo campo progressista che inglobi non solo i Cinque Stelle ma anche le forze civiche. “Il vecchio non c’è più - dichiara - È quindi necessario costruire un’alleanza solida, attrattiva, forte e competitiva per sconfiggere il sovranismo della destra”.  

Il compito del Pd? "Portare a sintesi le differenze col M5S"

Riguardo alle differenze tra Partito democratico e Movimento 5 Stelle, evidenziate sin dall’esperienza del governo giallo-rosso guidato dall’ex premier Giuseppe Conte, scattano le considerazioni dell’esponente ciociaro del Pd. “Nelle alleanze le differenze ci sono sempre state - sottolinea in primis De Angelis - Il nostro compito è proprio portare a sintesi quelle differenze”. Poi, ovviamente, ricorda che “insieme abbiamo già governato l’Italia e, lasciatemelo dire, con tutte le difficoltà del momento lo abbiamo fatto anche bene”.

Dall’alleanza di governo all’alleanza elettorale

Bisogna farlo anche e soprattutto perché, come accentua lo stesso De Angelis, “nel 2018 tanti elettori del Partito democratico hanno votato per i Cinque Stelle. Ci sarà una ragione per questo! Forse i nostri elettori non sono poi così distanti”. Di certo erano elettori delusi dal Pd e, vista la corrente pentastellata anti Pd, molti non sono disposti a tornare alle origini. Si vedrà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento